11:40 16 Dicembre 2018
Cervello

Scienziati scoprono come il cervello memorizza e cancella i ricordi

© Depositphotos / Andreus
Mondo
URL abbreviato
140

Un gruppo di ricercatori dell'Istituto Scripps ha descritto per la prima volta in dettaglio il meccanismo fisiologico della formazione e della cancellazione della memoria. Come si è scoperto, un singolo neurone dopaminergico controlla il processo.

Lo studio completo è stato pubblicato sulla rivista Cell Reports. I ricercatori hanno analizzato la catena di memorizzazione e cancellazione dei ricordi usando l'esempio del moscerino della frutta. Questi insetti hanno creato una chiara associazione tra un determinato odore e uno shock elettrico. Successivamente i moscerini evitavano un solo odore. In parallelo gli scienziati hanno monitorato l'attività delle cellule cerebrali utilizzando la visualizzazione. Si è scoperto che un determinato neurone dopaminergico si occupa "dell'apprendimento".

Come si è scoperto, è anche responsabile della distruzione dei vecchi ricordi.

"Ogni volta che si impara qualcosa di nuovo, forma nuovi ricordi, spesso cancellando quelli vecchi: è una modalità importante di bilanciamento che aiuta il cervello a non sovraccaricarsi di informazioni", ha spiegato Jacob Berry, uno degli autori dello studio.

A proposito, questo meccanismo spiega il fenomeno dell'inibizione retroattiva, quando nuove informazioni sono mescolate con simili vecchie e si crea confusione. Ad esempio, quando un subordinato chiama il nuovo capo col nome del precedente.

La ricerca contribuirà a comprendere i numerosi processi associati alla formazione della memoria nell'uomo. I ricercatori affermano che potrebbe essere utile nel trattamento della tossicodipendenza o dei disturbi da stress post-traumatico. Parallelamente sarà possibile sviluppare approcci che prevengano la perdita di memoria attiva, in particolare nei pazienti con demenza.

Tags:
biologia, Uomo, Scienza e Tecnica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik