16:13 19 Dicembre 2018
Vista sul Cremlino di Kazan - Tatarstan

Da San Pietroburgo a Kazan su un’auto russa senza conducente

© Sputnik . Aleksey Kudenko
Mondo
URL abbreviato
0 70

La società russa StarLine ha condotto test approfonditi su una loro automobile senza conducente impiegando una Skoda Superb. Stando al comunicato della società, diramato alla redazione di Sputnik, durante i test l’auto quasi in totale autonomia ha percorso 2.500 km da San Pietroburgo a Kazan.

Non è, tuttavia, specificato quale sia l'esatta distanza percorsa in totale autonomia. In tutte le città attraversate dall'automobile i creatori hanno organizzato brevi giri di prova per gli interessati.

L'automobile senza conducente della StarLine fa parte del progetto su larga scala dell'Agenzia Federale per le strade (Rosavtodor) volto a testare vetture su strade pubbliche. Il progetto è stato chiamato Karavan. La vettura senza conducente di StarLine dispone del terzo livello di autonomia: ovvero, è in grado di percorrere in autonomia un percorso assegnatole, ma al volante deve esserci sempre un conducente pronto a prendere il controllo in caso di criticità. La vettura è dotata di due tipologie di telecamere, un radar, un lidar, sistemi di navigazione GPS e inerziale.

I primi test dell'auto senza conducente StarLine su strade pubbliche sono stati effettuati nell'ambito del progetto Karavan nella primavera del 2018. L'automobile ha percorso un tratto dell'autostrada federale russa A-290 Novorossiysk — Kerch incluso il Ponte di Crimea. Durante i test la vettura ha raggiunto i 40 km/h. I test effettuati hanno avuto esiti positivi. Oltre a StarLine ai test hanno preso parte KamAZ, NAMI, MADI, RIRV e Panorama. Durante i test più approfonditi la vettura senza conducente StarLine ha percorso 2.500 km e sul tratto autostradale la velocità dell'automobile ha raggiunto gli 80 km/h. Nel suo percorso la vettura ha anche attraversato strade sterrate considerate un tratto complicato per le automobili senza conducente data l'assenza di segnaletica stradale, di una delimitazione precisa della carreggiata e dell'uniformità del terreno. Quando la macchina percorre strade senza segnaletica, riesce a proseguire affidandosi alle coordinate della navigazione GPS e a quella inerziale.

Sulle strade con una buona copertura e una segnaletica chiara le automobili si muovono solamente con l'ausilio delle telecamere e del radar. Durante i test effettuati i creatori hanno identificato alcuni malfunzionamenti del pilota automatico. In particolare, su alcuni tratti del percorso la vettura ha registrato difficoltà nel riconoscimento dei limiti della carreggiata. Periodicamente il pilota automatico frenava a causa dell'eccessiva quantità di dati che riceveva durante il percorso. Su brevi tratti questo comportamento non era mai stato osservato.

Inoltre, nel giugno di quest'anno la vettura senza conducente della società Yandeks ha percorso in totale autonomia la distanza che separa Mosca da Kazan. Questa vettura ha percorso 789 km in 11 ore. Come confermato dai suoi creatori, il 99% del percorso è stato effettuato dalla vettura in regime di pilota automatico.

Correlati:

Chi è quel matto che va in... Tatarstan
Giappone, auto volanti senza conducente entro il 2020
Tags:
gps, Auto, Kazan', San Pietroburgo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik