10:44 15 Dicembre 2018
La nave Grygory Kuropyatnikov della Marina ucraina

Tre navi della Marina ucraina hanno attraversato il confine russo

© Foto: Public domain/U.S. Navy photo/S. Weston Jones
Mondo
URL abbreviato
Incidente nello stretto di Kerch (39)
7324

Tre navi della Marina ucraina hanno attraversato il confine di Stato della Russia e si muovono verso lo Stretto di Kerch, ha riferito l'ufficio stampa dell'FSB in Crimea.

Le navi sono entrate nel bacino chiuso intorno alle 7:00 del mattino, si osserva che le navi hanno violato l'articolo della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare, secondo il quale lo stato costiero è responsabile per la sicurezza in mare. A Kerch è consentito il traffico delle navi secondo il programma approvato dal capitano del porto marittimo russo.

In Ucraina hanno commentato il passaggio di navi. Secondo la Marina, le due piccole barche blindate con i rimorchiatori si muovevano dal porto di Odessa verso il porto di Mariupol. 

Reazione dell'Ucraina

"Le navi di frontiera russe, la Don, la Mangust, la Suzdalets hanno effettuato azioni aggressive. La nave Don ha fatto uso del nostro carro del rimorchiatore, per cui ha danneggiato il motore principale della nave, ha perso zattera di salvataggio", si legge in un comunicato del servizio su Facebook. L'Ucraina sostiene che ha annunciato in anticipo l'intenzione di effettuare la transizione in conformità con le norme internazionali per la sicurezza della navigazione.

Mercoledì il Ministero degli Esteri ha messo in guardia l'Ucraina dai tentativi contrari al diritto internazionale per rivalutare lo status del mare di Azov, come le acque interne dei due paesi.

Presso il dipartimento hanno sottolineato che la responsabilità per l'eventuale ulteriore aggravamento della situazione ricadrà sull'Ucraina e i suoi alleati. Il Ministero degli Esteri ha aggiunto che Mosca è pronta ad un dialogo costruttivo sulla situazione nel bacino.

Tre navi della Marina ucraina hanno attraversato il confine russo
© Foto : FSB Crimea
Tre navi della Marina ucraina hanno attraversato il confine russo

Situazione nel Mar d'Azov

La situazione nel Mar d'Azov si è aggravata all'inizio dell'anno. A marzo, l'Ucraina ha sequestrato un peschereccio russo, il Nord, con a bordo dieci marinai russi. Il capitano rischia fino a cinque anni di prigione per "aver visitato illegalmente la Crimea" allo scopo di causare danni all'interesse pubblico". Ora Kiev vuole vendere la nave all'asta.

Mosca ha considerato le azioni di Kiev "terrorismo marittimo" e ha risposto rafforzando le ispezioni alle frontiere nella sua parte del Mar d'Azov. Nel dipartimento di controllo delle frontiere della Crimea, l'FSB ha osservato che le ispezioni sono state effettuate in conformità al diritto internazionale del mare e il ministero degli esteri ucraino ha riconosciuto che le guardie di frontiera non hanno violato i protocolli durante l'ispezione.

Tema:
Incidente nello stretto di Kerch (39)

Correlati:

Ministero degli Esteri: perché l'Occidente ha inventato il problema del mare di Azov
La Duma di Stato ha commentato la dichiarazione di Mogherini sul Mar d'Azov
Mar d’Azov, politici russi commentano la possibilità di una guerra tra Russia e Ucraina
Tags:
Navi, Crimea, Marina militare, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik