11:17 17 Dicembre 2018
Raimonds Vejonis

La Lettonia sostiene l'estensione delle sanzioni contro la Russia

© AFP 2018 / ILMARS ZNOTINS
Mondo
URL abbreviato
6117

Il presidente lettone Raimonds Vejonis ha dichiarato che le sanzioni contro la Russia devono essere estese, in quanto Mosca non sta facendo nulla per risolvere il conflitto nel Donbass.

"La Lettonia condanna fermamente l'aggressione russa nel Donbass. Purtroppo Mosca non sta facendo alcun passo verso la distensione. Il blocco del Mar d'Azov è un'altra prova della politica regionale distruttiva della Russia", ha detto Vejonis dopo i colloqui a Kiev con il presidente ucraino Petro Poroshenko.

La Lettonia, ha aggiunto, sostiene anche la posizione dell'UE sul mancato riconoscimento delle elezioni nel Donbass e l'integrità territoriale dell'Ucraina. 

"Le sanzioni, che sono state imposte alla Russia, dovrebbero essere prorogate fino a quando gli accordi di Minsk non saranno pienamente attuati", ha aggiunto Vejonis.

Poroshenko ha ringraziato il collega lettone per il sostegno in materia di sanzioni e elezioni nel Donbass. "Sono grato al Presidente della Lettonia per i negoziati sostanziali e costruttivi, ed è molto importante avere approcci comuni per quanto riguarda il non riconoscimento delle finte elezioni nel Donbass e l'estensione delle sanzioni nei confronti della Russia". 

Poroshenko ha insignito Vejonis dell'ordine di Yaroslav il saggio.    

Correlati:

Russia, alcune banche cinesi interpretano male le sanzioni contro Mosca
Zarif: Russia ci capisce su sanzioni Usa-Turchia
Ambasciatore USA: gli Stati Uniti si aspettano nuove sanzioni dall'UE contro la Russia
Tags:
Sanzioni, Petro Poroshenko, Raimonds Vejonis, Lettonia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik