05:35 13 Dicembre 2018
Il presidente ucraino Petro Poroshenko

Poroshenko ha dichiarato la rottura irrevocabile con Mosca

© AP Photo / Darko Vojinovic
Mondo
URL abbreviato
9224

Il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko, parlando della necessità di accettare l'ingresso del paese nella NATO e UE, ha detto che questo aiuterà ad allontanarsi dalla Russia.

"Fissando nella Costituzione l'obbligo dell'adesione alla NATO e UE, inviamo un messaggio a Mosca: ci lasciamo definitivamente. La Russia come paese aggressore non ha e non avrà il veto sulla nostra entrata né nella NATO né nell'Unione europea", ha detto.

Il capo dello Stato ha anche detto che l'Ucraina non avrebbe perso la Crimea se fosse stata un membro della NATO.

"Sono profondamente convinto che se fossimo stati membri dell'Alleanza, la Russia non avrebbe mai avuto il coraggio di annettere la Crimea, non avrebbe mai osato invadere il Donbass", ha detto Poroshenko.

Egli ha aggiunto che le modifiche alla Costituzione ucraina finalmente si avranno nel mese di febbraio alla prossima sessione del Parlamento.

Modifica della Costituzione

In precedenza Poroshenko ha proposto al Parlamento di apportare modifiche a diversi articoli e disposizioni transitorie della Costituzione, che "bloccano la scelta dell'Ucraina e il suo ingresso come membro della famiglia europea", insieme all'integrazione nella NATO. Il Parlamento ha inviato il disegno di legge presidenziale alla Corte Costituzionale, che l'ha riconosciuto come corrispondente legge fondamentale del paese. Dopo il verdetto, il Parlamento ucraino potrà votare per il disegno di legge in prima lettura. 

Correlati:

Senatore russo spiega perché Trump a Parigi non ha stretto la mano a Poroshenko
Ucraina, l’ultima trovata di Poroshenko confonde gli ucraini
Poroshenko: nessuno riconoscerà i risultati delle elezioni nel Donbass
Tags:
Riforma costituzionale in Ucraina, Petro Poroshenko, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik