10:14 17 Dicembre 2018
Polonia

Wyborcza: la Polonia risponderà alla "minaccia russa" con una nuova divisione

© AP Photo / Alik Keplicz
Mondo
URL abbreviato
8220

Entro il 2026 nell'esercito polacco, verrà creata una nuova divisione. È una risposta alla politica "aggressiva" della Russia e alla sua "guerra ibrida", scrive il giornalista polacco Pavel Vronskij.

Egli osserva che per l'opposizione polacca, la decisione di creare l'ennesima divisione è una mossa di propaganda compiuta, inoltre, in violazione delle leggi. Entro il 2026, una nuova divisione sarà creata nell'esercito polacco. Diventerà una risposta alla "politica aggressiva della Russia". Per la sua formazione in 10 anni saranno spesi 27 miliardi di zloty. Secondo l'autore della Gazeta Wyborcza questa iniziativa è stata criticata dai rappresentanti dell'opposizione nel governo. Essi affermano che la Polonia piuttosto ha bisogno di migliorare l'operabilità di combattimento e non di formare altre strutture.

Nelle Forze Armate della Polonia ci sono tre divisioni: a Zagan, Stettino ed Elbląg. I dettagli del piano per la creazione di una nuova 18esima divisione sono stati resi noti nella riunione della settimana scorsa dal Ministero della difesa nazionale.

La creazione della divisione e la nomina del suo comandante in capo, il generale Yaroslav Gromadzinsky, sono state annunciate il 5 settembre di quest'anno dal capo del Ministero della Difesa polacco Mariusz Blaszczak. È stato assegnato il numero 18 in onore del 100esimo anniversario dell'indipendenza polacca nell'anno 1918. Il comando sarà nella città polacca di Siedlce. 

Il vice Ministro della difesa Wojciech Skurkiewicz ha detto che in tempo di pace la divisione sarà composta di 7780 soldati, tra cui ci saranno 750 ufficiali. Alla fine sarà composta da tre squadre. Alle due già esistenti verrà aggiunta una nuova brigata meccanizzata, che sarà istituita a Lublino. 

Tra i compiti della divisione ci sarà il controllo "dell'attacco alla Polonia da est". Secondo il generale Tomash Petrovsky, in questo territorio devono essere raccolte grandi forze, l'aiuto da parte della NATO è concentrato nella regione nord-occidentale della Polonia. 

Parlando dei motivi della creazione della quarta divisione dell'esercito polacco il vice ministro della Difesa ha ricordato la "crescente minaccia" da parte della Russia, "l'aggressione" in Crimea e Donbass, ma anche la "guerra ibrida". Egli ha osservato che durante il governo del partito "Piattaforma Civica" unità militari sono state eliminate.

All'incontro i militari hanno parlato dell'equipaggiamento e dell'armamento della nuova divisione. 

Secondo l'opposizione, la creazione di un'altra unità è atto di propaganda, inoltre, è in perfetta violazione della legge. L'ex ministro della Difesa Czeslaw Mroczek ha ricordato che l'esercito della Polonia ha carenza nell'interazione di combattimento e non mancano le divisioni, ce ne sono tre. Mroczek ha anche osservato che la creazione di una divisione non era prevista nel piano di modernizzazione delle Forze Armate, indica Gazeta Wyborcza.

I commenti dei lettori sul sito del giornale sono stati molti.

Ha scritto Stager: "fatemi indovinare: il nome della divisione è Lech Kaczynski?".

Un altro scrive con il nome tmeu: "mentre tutti i paesi europei investono nella qualità della vita dei cittadini, trasporti, energie rinnovabili, educazione, assistenza sanitaria, noi buttiamo miliardi per giocattoli militari americani e israeliani". Scrive Jkjuka: "con la Russia è necessario andare d'accordo, non spendere 27 miliardi". Conclude Steuermann: "da qualche parte mancheranno 27 miliardi, forse per l'istruzione, forse nella cultura, forse nell'assistenza sanitaria".

Correlati:

Polonia: creazione della base "Fort Trump" è una questione risolta
USA non vogliono schierare Fort Trump in Polonia
È la Polonia, non l'Italia, la prossima a lasciare l'UE
Tags:
Russia, Guerra, Esercito, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik