16:06 16 Dicembre 2018
Donald Trump e Kim Jong-un

Esperto: perché gli USA non hanno fretta di firmare il Trattato di pace con Corea del Nord

© AP Photo / Susan Walsh, Pool
Mondo
URL abbreviato
420

Gli Stati Uniti non hanno fretta di firmare il trattato di pace con la Corea del Nord temendo che Pyongyang possa chiedere il ritiro delle truppe americane dalla Corea del Sud, ha detto a Sputnik Georgy Toloraya capo della Strategia russa per la strategia asiatica presso l'Institute of Economics.

La guerra di Corea del 1950-1953 si concluse con la firma di un accordo di armistizio tra le truppe degli Stati Uniti che combatterono sotto la bandiera delle Nazioni Unite e l'esercito nordcoreano con i volontari del popolo cinese. Fino ad ora Washington ha respinto i tentativi della Corea del Nord di concludere il trattato di pace, mentre il 12 giugno a Singapore il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non ha promesso di voler arrivare alla firma in un incontro con il leader nordcoreano Kim Jong-un.

"Gli Stati Uniti credono che la firma sarebbe una grande concessione, una ricompensa per la Corea del Nord, c'è anche una sorta di paura semi-paranoica che la Corea del Nord dica in questo caso che se la guerra è finita, gli Stati Uniti dovrebbero ritirare le proprie truppe dalla Corea del Sud, e questo è assolutamente inaccettabile per Washington", ha detto Toloraya a margine della conferenza asiatica del Club di discussione Valdai.

Secondo lui, con un tale sviluppo di eventi, "gli Stati Uniti si troveranno nella posizione di difesa, in una posizione molto inopportuna, in una situazione dove i nordcoreani sembrerebbero fare richieste oneste, basandosi sul fatto che se la guerra è finita, allora perché c'è bisogno di truppe".

"Gli Stati Uniti sono molto preoccupati, ma, a mio avviso, anche più di quanto sia necessario, dal momento che la Corea del Nord capisce che non è realistico, che le truppe statunitensi non si ritireranno comunque, che le truppe in Corea del Sud fanno già parte dell'attuale sistema di stabilità, anche nei rapporti con la Cina. Se questo elemento venisse rimosso, la situazione cambierà, nel bene o nel male, non si sa, ma cambierà di sicuro", ha spiegato l'esperto.

Lui dubita che la Corea del Nord possa insistere sul serio.

"Finora, gli americani credono che questa sia una concessione molto grande, anche se di recente ho sentito altre opinioni sul fatto che ci sia una certa prontezza su questo argomento, forse sotto forma di una dichiarazione di pace che non obblighi nessuno a nulla, insomma uno strumento per ottenere di più dalla Corea del Nord. Forse questo sarà il risultato del secondo vertice dei due leader", ha detto l'esperto.

Correlati:

Corea del Nord, espulso cittadino Usa detenuto per ingresso illegale nel paese
USA e Sud Corea riprendono le esercitazioni militari congiunte
Gli USA supervisioneranno il processo di denuclearizzazione in Nord Corea
Approccio progressivo USA rischia di ostacolare denuclearizzazione in Corea
Tags:
Trattato di pace, Pace, pace, accordo di pace, negoziati di pace, pace, ONU, Corea del Nord, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik