10:11 15 Dicembre 2018
Mar d'Azov, la guardia costiera ucraina

La Duma di Stato ha commentato la dichiarazione di Mogherini sul Mar d'Azov

© AFP 2018 / Alexander Khudoteply
Mondo
URL abbreviato
10253

La posizione e i requisiti dell'Unione Europea sulla questione del mare sono un'interferenza negli affari interni della Russia, ha detto il deputato della Duma di Stato della Crimea, Mihail Sheremet.

Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini ha detto lunedì che l'UE può prendere in considerazione misure concrete nel prossimo futuro per la situazione nel mar d'Azov.

In particolare, alla Russia si richiede di interrompere il controllo delle navi. Inoltre, i ministri degli Esteri dei paesi dell'Unione Europea hanno espresso la loro preoccupazione per la situazione nel mar d'Azov, che danneggia non solo l'economia dell'Ucraina, ma anche le barche che battono bandiere europee.

In precedenza, a fine ottobre, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che invita le autorità UE a prevedere la possibilità di rafforzare le sanzioni contro la Russia in caso di deterioramento della situazione nel Mar d'Azov.

"Tali dichiarazioni dei rappresentanti dell'Unione Europea sono scandalose. Il mare d'Azov è nelle acque interne dei due paesi, e lo stretto di Kerch è sotto la completa sovranità della Russia, quindi l'intervento di una terza parte è inaccettabile. Questo è in realtà un intervento nella politica interna di un altro Stato", ha detto Sheremet.

Secondo lui, le regole di navigazione nel mar d'Azov possono essere regolate solo nell'ambito di accordi russo-ucraini.

"L'ispezione delle navi è effettuata per motivi di sicurezza non solo dalla Federazione, ma anche dall'Ucraina per navi che entrano nel mare d'Azov sotto le bandiere di altri stati. Il protocollo delle ispezioni delle guardie di frontiera russe non viene violato, è anche riconosciuto dai rappresentanti di Ucraina, che non hanno pretese a riguardo" ha detto Sheremet.

Correlati:

Crimea mette in guardia Ucraina di fronte a provocazioni in Mar d’Azov
Crimea non vede alcun ostacolo all'ingresso di navi straniere nel Mar d'Azov
Mar d’Azov, politici russi commentano la possibilità di una guerra tra Russia e Ucraina
Tags:
Controlli, Controlli, Crimea, Parlamento, Federica Mogherini, Europa, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik