08:41 16 Dicembre 2018
Mateusz Morawiecki

Polonia, premier: rischio guerra dopo attivazione gasdotto Nord Stream 2

© AFP 2018 / Eric Piermont
Mondo
URL abbreviato
14445

Il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, ha dichiarato che la Russia potrebbe lanciare un'operazione offensiva contro l'Ucraina dopo l’apertura del gasdotto Nord Stream 2. Lo riferisce oggi l’agenzia PAP.

Secondo primo ministro polacco, una "escalation dell'aggressione" contro l'Ucraina potrebbe seguire dopo che il sistema ucraino di trasporto del gas smetterà di funzionare.

"Conosco la posizione del governo tedesco, che si tratta di un progetto imprenditoriale, ma a est di Odra nessuno ci crede", ha detto Morawiecki.

Egli ha osservato che la Russia sta investendo i ricavi delle vendite del gas in Europa per modernizzare le proprie forze armate, e quando lo deciderà "niente potrà fermarla contro Kiev".

"Vi sorprenderà sentire chi citerò adesso, ma una volta Lenin disse che i capitalisti sono così avidi che ci venderanno la corda con cui li impiccheremo", ha aggiunto il premier.

In precedenza è stato riferito che gli Stati Uniti e l'Ucraina hanno accettato di cooperare contro il Nord Stream 2.

Gli Stati Uniti richiedono che i paesi europei smettano di partecipare al progetto Nord Stream 2 e minacciano di introdurre sanzioni per coloro che vi prenderanno parte. Secondo una legge del 2017, Washington potrebbe imporre sanzioni contro gli investitori nella costruzione di gasdotti russi per oltre 5 milioni di dollari all'anno o di un milione di dollari in un'unica soluzione.

Il progetto Nord Stream 2 prevede la costruzione di due linee di gasdotto con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla costa russa attraverso il Mar Baltico alla Germania. La nuova pipeline dovrebbe essere costruita accanto al Nord Stream. La società, creata per la pianificazione, la costruzione e l'ulteriore utilizzo del gasdotto Nord Stream 2, è la Nord Stream 2 AG (controllata da Gazprom). Il permesso di costruzione è già stato rilasciato dalla Repubblica federale di Germania, dalla Finlandia e dalla Svezia. Resta da ottenere il consenso dalla Danimarca.

Alla costruzione del Nord Stream 2 si oppone un certo numero di paesi, in particolare l'Ucraina, che teme di perdere entrate dal transito del gas russo e gli Stati Uniti che hanno piani ambiziosi di esportare il loro gas naturale liquefatto in Europa. Inoltre, Lettonia, Lituania e Polonia hanno dichiarato congiuntamente che non approvavano la costruzione. I loro leader sono sicuri che questo è un progetto politico.            

Correlati:

Ucraina e USA si accordano per contrastare insieme il gasdotto Nord Stream-2
Gazprom risponde a minacce USA di fermare il Nord Stream 2
Ambasciatore USA in UE: “Washington fermerà il Nord Stream 2”
Tags:
Nord Stream 2, Minaccia, Guerra, gasdotto, Mateusz Morawiecki, Polonia, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik