10:12 15 Dicembre 2018
OPCW

Mosca ritiene che il nuovo accordo ONU-OPCW contenga violazioni

© East News / Peter Dejong
Mondo
URL abbreviato
1101

Mosca ha portato le sue principali preoccupazioni sulla questione all'attenzione del direttore generale del segretariato tecnico dell'OPCW Fernando Arias e del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Il Ministero degli Esteri russo ha dichiarato di aver ottenuto informazioni sul memorandum previsto tra l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) e il meccanismo internazionale facilitato dall'Onu per facilitare le indagini sui crimini contro il diritto internazionale in Siria, e ritiene che il documento sia stato redatto con una serie violazioni e sarebbe contrario alle disposizioni della Convenzione sulle armi chimiche (CWC) e ai principi di riservatezza dell'OPCW.

Secondo le informazioni del ministero, è in preparazione un "memorandum d'intesa" per determinare i parametri di interazione tra l'OPCW e il "Meccanismo internazionale, imparziale e indipendente" per le indagini costituite in conformità della risoluzione 71/248 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite per facilitare le indagini sui responsabili dei reati più gravi ai sensi del diritto internazionale in Siria dal marzo 2011.

"Il fatto stesso della comparsa di questo documento e del suo contenuto solleva una serie di seri interrogativi. È ovvio che è stato compilato con numerose violazioni, senza i corrispondenti poteri e, di fatto, sull'orlo dell'arbitrarietà da parte dei suoi autori", ha detto il ministero.

In effetti, il documento è un trattato internazionale contenente disposizioni giuridicamente vincolanti che riguardano le funzioni e gli obblighi chiave dell'OPCW.

"Tuttavia, il direttore generale del segretariato tecnico dell'OPCW può concludere tali accordi solo se vi è un'adeguata istruzione da parte degli Stati membri. Tale istruzione non è stata impartita", ha sottolineato. Il memorandum viola direttamente le disposizioni della Convenzione sulle armi chimiche (CWC) in termini di riservatezza, nonché la politica di riservatezza dell'OPCW, poiché implica l'accesso del "meccanismo", e successivamente di terzi, alle informazioni di interesse.

Non va trascurato che il "meccanismo" 71/248 non è giuridicamente valido, in quanto è stato creato dall'Assemblea generale dell'ONU in eccesso rispetto ai suoi poteri e non ha personalità giuridica internazionale per entrare in relazioni contrattuali, ha osservato il ministero. Mosca ha portato le sue principali preoccupazioni sulla questione all'attenzione del direttore generale del segretariato tecnico dell'OPCW Fernando Arias e del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, affermando che si aspetta che i funzionari riconsiderino di conseguenza la loro posizione riguardo alla firma del memorandum.     

Tags:
Organizzazione per l'interdizione delle armi chimiche (Opcw), ONU, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik