16:18 19 Dicembre 2018
Due robot scelgono il cibo

Nuova dieta che non perde la sua efficacia con il tempo

© REUTERS / Stringer
Mondo
URL abbreviato
0 11

La dieta chetogenica e le altre a basso fabbisogno di carboidrati nel tempo non perdono la loro efficacia e costringono il corpo a bruciare più calorie. Questa la conclusione a cui sono giunti i biologi statunitensi che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista BMJ.

"Abbiamo dimostrato che non tutte le calorie influiscono in maniera uguale sul nostro corpo. Se queste differenze persistono nel tempo, la persona che segue questa dieta perderà circa 9 kg in più rispetto a chi ne segue un'altra", ha affermato Cara Ebbeling dell'Università di Harward (USA).

Il supplizio di Tantalo

Mercato di frutta e legumi
© Fotolia / Aleksandar Mijatovic
Al momento la dieta chetogenica sta acquisendo sempre maggiore popolarità. La sua caratteristica principale è il fatto che il fabbisogno calorico è soddisfatto sostanzialmente non dai carboidrati, ma dai grassi e dalle proteine. Questa sostituzione costringe il cervello e gli altri organi a utilizzare come fonte di energia non il glucosio, ma gli acidi grassi e i chetoni.

Tale sistema induce i muscoli a diventare più resistenti e le cellule meno sensibili all'invecchiamento. Per questo la dieta chetogenica è diventata molto popolare tra i ciclisti, i maratoneti e altri sportivi per i quali la resistenza è fondamentale.

Ebbeling e i suoi colleghi hanno scoperto un altro vantaggio delle diete povere di carboidrati mentre osservavano il modo in cui altre diete influiscono sulla salute e calcolavano il consumo di calorie su un gruppo di 200 volontari.

Come osserva la biologa, tutte le diete sono state selezionate in modo tale che durante le 20 settimane di esperimento i partecipanti perdessero circa 2 kg ciascuno. In realtà questo, di norma, è successo di rado a causa del curioso fenomeno la cui natura è stata studiata dagli autori dell'articolo scientifico.

La sensazione di fame e la carenza cronica di cibo portano praticamente sempre l'organismo a risparmiare, cioè a perdere meno calorie e a ridurre il livello di attività fisica e mentale. Dunque, la dieta perde gradualmente la sua efficacia: per continuare la dieta il paziente dovrà mangiare sempre meno e questo può avere effetti negativi sulla salute.

Il lato ormonale della fame

Come ritengono molti biologi, quest'anomalia sarebbe legata al fatto che la carenza di cibo e l'aumento dell'insulina in qualche modo mutano il funzionamento del cervello. La persona si sente, infatti, affamata, ma al tempo stesso risparmia inconsapevolmente energia.

A sua volta, la concentrazione di insulina dipende da quanto la data dieta sia ricca di carboidrati.

Il team di Ebbeling ha verificato questa idea studiando come mutasse il consumo di energia nei volontari che hanno seguito la cheto e altre diete simili e che, inoltre, hanno mangiato cibi poco calorici con una bassa concentrazione di zuccheri e amidi. Come si sospettava, le differenze effettivamente ci sono. E queste aumentavano ogni giorno di più.

I partecipanti che hanno seguito una dieta ricca di proteine e grassi alla fine dell'esperimento hanno bruciato in media 200-300 calorie in più di coloro le cui porzioni erano composte per più di metà da carboidrati.

La portata di tali differenze, come sottolinea la biologa, dipendeva direttamente dalla concentrazione di insulina: più insulina vi era, più risultati dava la cheto. Ad esempio, pazienti in pre-diabete che hanno tentato di perdere peso con il metodo della Ebbeling in media hanno bruciato 500 kilocalorie in più di quei partecipanti all'esperimento che hanno seguito una dieta normale.

Ciò, come osservano gli scienziati, conferma la loro teoria per cui "non tutte le calorie sono ugualmente utili" e avvalora il fatto che i dietologi debbano non solamente limitare il valore energetico del cibo, ma anche modificare la razione consigliata ai propri pazienti.    

Correlati:

Scienza, svelato il fattore da cui dipende l’aspettativa di vita
Studio scopre che le auto senza autista porteranno a più sesso in auto
Definita la dieta che aiuta a perdere peso ed evita il recupero dei chili persi
Tags:
studio, dieta, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik