17:56 16 Dicembre 2018
Gli Urali

Russia, svelato il mistero del passo di Dyatlov

© Sputnik . Evgenyi Shatalov
Mondo
URL abbreviato
111

La causa di Igor Dyatlov della sua comitiva, avvenuta in circostanze misteriose la notte del 2 febbraio 1959 sui monti Urali, si trova in un cratere non lontano dal punto in cui si erano accampati i nove escursionisti.

Il cratere di trenta metri di diametro si trova a tre chilometri dall'accampamento di Dyatlov, sul versante orientale del Kholatchakhl, nella parte settentrionale dei monti Urali. Il passo montano dove è avvenuta la tragedia è stato rinominato in memoria del capo della sfortunata spedizione. 

Il blogger Valentin Degterev, che per anni si è occupato del mistero del passo di Dyatlov, è giunto alla conclusione che gli escursionisti sono morti in seguito alla caduta di un razzo nucleare a basso potenziale. I giovani sarebbero rimasti temporaneamente accecati dal bagliore dell'esplosione, per questo sono fuggiti dalle tende verso la vicina foresta, dove morirono congelati.

Probabilmente, afferma Degterev, il razzo è andato fuori controllo ed è precipitato. Il ricercatore intende recarsi sul luogo della tragedia in primavera, quando la neve si sarà sciolta, per trovare le prove che il cratere è stato formato dall'esplosione di un razzo.    

Correlati:

50 anni dopo il massacro di Tlatelolco due testimoni ricordano la tragedia
Giornalista lettone parla della "tragedia nazionale" nel paese
Il presidente della Polonia ha definito tragedia di Volyn pulizia etnica
Tags:
dyatlov, tragedia, Mistero, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik