17:57 16 Dicembre 2018
Casa Bianca, USA

Casa Bianca promette di difendersi energicamente in tribunale contro la CNN

© AP Photo / Jacquelyn Martin
Mondo
URL abbreviato
131

La Casa Bianca ha promesso oggi di difendersi "energicamente" dalla causa della CNN per ripristinare l'accreditamento al corrispondente Jim Acosta, che ha avuto una lite in una conferenza stampa con Donald Trump, ha dichiarato la portavoce del presidente americano Sarah Sanders.

"Ci è stato detto che la CNN ha intentato una causa per contestare la sospensione dell'accreditamento permanente al giornalista Jim Acosta: si tratta solo di una nuova sfacciataggine della CNN e ci difenderemo energicamente in questo procedimento", ha detto la Sanders, che insieme a Trump è coinvolta nella denuncia.

Secondo la Sanders, la CNN, oltre ad Acosta, ha circa 50 corrispondenti in possesso dell'accreditamento per le conferenze stampa alla Casa Bianca.

La Sanders ha nuovamente ripetuto la versione della Casa Bianca sulla vicenda: Acosta ha fatto due domande a Trump in una conferenza stampa della scorsa settimana, dopodichè non ha restituito il microfono alla stagista della Casa Bianca.

"Questa non è la prima volta che questo giornalista si è rifiutato irragionevolmente di lasciare che gli altri giornalisti parlino", ha detto la Sanders.

Ha sostenuto che la Casa Bianca non potrebbe condurre normalmente conferenze stampa se i giornalisti si comportassero in questo modo.

"Se non si controllano questo tipo di comportamenti, si disturba il lavoro del presidente, della Casa Bianca e degli altri media", ha osservato la Sanders.

Correlati:

L'editorialista politico della CNN ha insultato bruscamente Trump in diretta
La Casa Bianca chiama la CNN "fake news", per una foto errata
Tags:
giornalista, Incidente, CNN, Sarah Sanders, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik