09:06 19 Novembre 2018
Alexander Van der Bellen

Austria, il capo dello stato invita a non drammatizzare le relazioni con la Russia

© REUTERS / Leonhard Foeger
Mondo
URL abbreviato
3150

Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen ha esortato a non drammatizzare la questione delle relazioni con la Russia sullo sfondo dei sospetti di spionaggio per conto di Mosca dell’ex colonnello dell’esercito austriaco. Lo riporta oggi l’emittente radiofonica Ö1.

"Vedremo, se troveremo qualcosa di più di una storia di fantasia, allora dovremmo prendere le misure appropriate", ha detto il presidente.

Egli ha sottolineato l'importanza delle indagini, per scoprire se le accuse sono reali e quindi scoprire a quali informazioni ha avuto accesso l'ex ufficiale.

Scopri di più: Scandalo spionaggio, l'Austria confida nella collaborazione della Russia

"Ciò riguarda gli affari nazionali austriaci o i vari negoziati, ad esempio con la NATO. Tutto questo deve essere chiarito. Al momento non vedo alcun motivo per drammatizzare la questione", ha spiegato Van der Bellen.

In precedenza un colonnello in pensione dell'esercito austriaco è stato arrestato perché sospettato di aver svolto, dagli anni Novanta fino allo scorso anno, attività di spionaggio a favore della Russia. Il caso è stato affidato alla procura di Salisburgo. Il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov si è detto contrariato dal fatto che si rendano pubbliche queste accuse senza presentare alcuna prova.

Scopri di più: Ministri degli Esteri di Russia e Austria discutono lo scandalo di spionaggio

Correlati:

Scandalo spionaggio, l'Austria confida nella collaborazione della Russia
Ministri degli Esteri di Russia e Austria discutono lo scandalo di spionaggio
Austria accusa ufficiale in pensione di spionaggio per la Russia
Tags:
Scandalo, spionaggio, Alexander Van der Bellen, Austria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik