03:31 13 Novembre 2018
Sebastian Kurz

Austria accusa ufficiale in pensione di spionaggio per la Russia

© AP Photo / Burhan Ozbilici
Mondo
URL abbreviato
9212

Il ministro Esteri dell'Austria convoca l'ambasciatore e annulla il suo viaggio ufficiale a Mosca.

Un colonnello in pensione dell'esercito austriaco è sospettato di avere compiuto attività di spionaggio in favore della Russia per diversi decenni: lo ha annunciato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, durante una conferenza stampa.

Secondo le informazioni di una fonte ufficiale il colonnello potrebbe rischiare fino a 10 anni di prigione.

Kurz ha spiegato che il colonnello è sospettato di aver iniziato a lavorare con l'intelligence russa negli anni '90 e di avere portato avanti questa collaborazione fino al 2018.

Il ministro degli Esteri Karin Kneissl ha convocato l'ambasciatore russo per chiarimenti ed ha annullato un imminente viaggio in Russia, ha aggiunto Kurz.    

L'ambasciata di Russia non ha neanche commentato le informazioni sul colonnello austricao. Lo ha detto il portavoce dell'ambasciata Bulat Khaidarov.

"No comment", ha detto.

In risposta la Russia convoca l'ambasciatore di Austria, Johannes Eigner, al ministero degli Esteri.

"L'ambasciatore di Austria sarà convocato al ministero degli Esteri russo venerdì".

Kurz ha inoltre esortato la Russia di fornire le informazioni "trasparenti" sulla situazione.

"Esortiamo informazioni trasparenti da parte della Russia. L'ambasciatore, ovvero direi il rappresentante autorizzato perché l'amasciatore non è in Austria per ora, è stato convocato al Ministero degli Esteri. Discuteremo il resto con i nostri partner europei", ha detto.

Il servizio di intelligence esterno russo (SRV) ha rifiutato di commentare la dichiarazione del cancelliere.

Vienna ha scoperto del presunto spionaggio della Russia da un "servizio amico".    

Vienna a scoperto che l'ex colonnello austriaco, sospettato di attività di intelligence a favore della Russia, grazie ad un servizio amico un paio di settimane fa, ha detto ai giornalisti il capo del ministero della difesa austriaco Mario Kunasek.Egli ha osservato che il colonnello era da cinque anni in pensione.

"Abbiamo saputo di queste informazioni poche settimane fa da un servizio amico. Dopo di che, l'ufficio ha iniziato a negoziare con l'obiettivo di stabilire l'identità e poi ha negoziato con lui. L'ex ufficiale ha anche spedito attrezzatura, ora c'è la valutazione di questi dispositivi, il computer portatile e così via", ha detto il ministro in una conferenza stampa a Vienna. Kunasek ha aggiunto che il caso "mostra che anche dopo la fine della guerra fredda c'è spionaggio".   

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto che è spiacevolmente sorpreso dalle informazioni riguardo l'ex-colonnello imputato in Austria per attività di intelligence a favore della Federazione Russa.

"Sapete, l'ho appena scoperto prima di iniziare il nostro incontro, e francamente, questa informazione mi ha sorpreso spiacevolmente. Da tempo immemorabile è stata presa la decisione, secondo la quale se ad un paese sorgono preoccupazioni e  sospetti sull'azione di un altro paese, sospetti di coinvolgimento in qualche processo, che sono visti come minacce per dello stato, in conformità con le norme di comunicazione internazionale è necessario richiedere chiarimenti" ha detto il ministro in una conferenza stampa dopo i colloqui con il ministro degli affari esteri dell'Unione delle isole Comore Moamed El Amin Suef.    

Correlati:

Austria, premier Kurz: “impossibile garantire la pace in Europa senza la Russia”
I cimiteri di guerra sovietici in Austria saranno segnalati su Google Maps
Austria, Putin ha ballato con il ministro degli Esteri austriaco
Tags:
spia, spionaggio, Karin Kneissl, Sebastian Kurz, Austria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik