11:47 21 Novembre 2018
Cancer cells

Scienziati russi scoprono nuove proprietà anti-cancro dell'ormone del sonno

CC0
Mondo
URL abbreviato
0 70

L'aggiunta della melatonina, l’ormone del sonno, a farmaci antitumorali a base di analoghi della vitamina A, aumenterà il loro effetto e contribuirà a ridurre la tossicità. Questa conclusione è stata raggiunta da scienziati russi che hanno pubblicato un articolo sull'International Journal of Molecular Sciences.

"Abbiamo studiato come la combinazione di melatonina e le concentrazioni ridotte di acido retinoico influenzino lo sviluppo di cellule tumorali leucemiche acute umane, la cui combinazione ha portato a una diminuzione del 70% del numero di cellule tumorali e al 64% della divisione cellulare", afferma Olga Krestinina dell'Istituto di Teoria e Biofisica Sperimentale RAS a Pushino, cita il servizio stampa del centro di ricerca.

La melatonina è responsabile per l'insorgenza del sonno e l'inizio del risveglio, regolando così la routine quotidiana. Inoltre, l'ormone è un potente antiossidante in grado di neutralizzare le molecole aggressive all'interno delle cellule.

La fonte principale e primo consumatore di melatonina è il cervello, ma recenti esperimenti dimostrano che l'ormone viene prodotto anche in altre parti del corpo. Recentemente, Krestinina e i suoi colleghi hanno scoperto che rallenta l'invecchiamento cellulare e ha proprietà anti-cancro.

I biologi russi si sono chiesti se sia possibile utilizzare l'ormone del sonno come potenziatore dell'azione dei farmaci anti-cancro con gravi effetti collaterali.

Ad esempio, il cosiddetto acido retinoico, uno degli analoghi della vitamina A, ampiamente usato oggi per il trattamento del cancro del sangue ha proprietà simili. L'assunzione di questo farmaco in quantità necessaria per distruggere un tumore porta allo sviluppo di febbre, edema e gravi carenza respiratorie, e causa anche altri effetti collaterali potenzialmente letali.

Krestinina e i suoi colleghi hanno ridotto la dose di acido retinoico e vi hanno aggiunto grandi quantità di melatonina. Gli scienziati hanno introdotto una combinazione di queste sostanze in una coltura di cellule tumorali ottenute da un tumore maligno di un paziente morto di leucemia promielocitica acuta.

Gli esperimenti hanno dimostrato che la combinazione di questi farmaci ha efficacemente distrutto le cellule tumorali anche dopo che la concentrazione di acido retinoico è stata ridotta di 100.000 volte rispetto alla quantità di vitamina A utilizzata oggi nella lotta contro il cancro.

Come gli scienziati hanno scoperto, ciò è dovuto al fatto che la combinazione di melatonina e acido retinoico sopprimono la sintesi proteica di Bcl-2 in modo particolarmente efficace. Protegge le cellule tumorali "dall'autodistruzione" se ci sono errori nel DNA, e il loro blocco porta alla loro morte di massa.

Allo stesso modo, come nota Krestinina e i suoi colleghi, è possibile potenziare l'effetto di altri farmaci antitumorali volti a combattere altri tipi di tumori. Considerando che la melatonina è presente nel corpo umano e il suo effetto sul corpo è ben studiato, ci si può aspettare che tali farmaci combinati inizieranno a sottoporsi a studi clinici abbastanza rapidamente.

Allo stesso modo, come notano Krestinina e i suoi colleghi, è possibile potenziare l'effetto di altri farmaci antitumorali volti a combattere altri tipi di tumori. Considerando il fatto che la melatonina è presente nel corpo umano e il suo effetto sul corpo è ben studiato, ci si può aspettare che tali farmaci combinati comincino rapidamente a essere sottoposti a sperimentazioni cliniche.

Correlati:

Scienziati: radiazioni dei telefoni cellulari provocano il cancro
La scienza e l'evoluzione: per l’organismo umano non era previsto lottare contro il cancro
Un'infezione comune è stata definita la causa del cancro
Tags:
Medicina, cancro, medicina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik