16:27 17 Novembre 2018
Lancio dei missili Kalibr

Il senatore USA ha criticato l'uscita degli Stati Uniti dal trattato INF

© Sputnik . Vadim Savitsky
Mondo
URL abbreviato
4011

Il senatore americano Rand Paul ha criticato la decisione americana di abbandono del trattato di eliminazione dei missili a medio e corto raggio con la Russia, afferma che distrugge dieci anni di lavoro sul controllo degli armamenti.

"Ecco perché il consigliere del Presidente degli Stati Uniti John Bolton si doveva evitare in politica estera. Questo cancellerà decenni di controllo bilaterale sugli armamenti, compiuto al tempo di Reagan. Non dovremmo farlo. Dobbiamo cercare di risolvere eventuali problemi relativi a questo contratto e andare avanti", ha scritto Paul su Twitter.

Sabato, il presidente Donald Trump ha dichiarato la decisione degli Stati Uniti di uscire dal Trattato INF con la Russia, spiegando che Mosca "lo viola da molti anni". Una fonte del ministero degli Esteri russo ha ricordato che Mosca "ha più volte denunciato la posizione americana sul trattato INF", e Washington ha compiuto questi passi "per molti anni, volutamente e passo dopo passo sta distruggendo la base contrattuale".

Negli ultimi anni, Mosca e Washington si accusano regolarmente a vicenda di violazione del Trattato INF. La Russia ha ripetutamente affermato che rispetta rigorosamente gli obblighi derivanti dal Contratto.

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov ha osservato che Mosca ha questioni molto gravi per gli Stati Uniti riguardo l'esecuzione del contratto dagli stessi americani. In particolare, a Mosca, indicano che gli Stati Uniti hanno messo in piedi una base militare in Romania e in Polonia, dove sono in grado di posizionare missili da crociera tipo di Tomahawk, vietati dal contratto. La parte russa ha anche richiamato l'attenzione sul fatto che gli Stati Uniti stanno sviluppando droni d'urto, finanziando la ricerca sulla creazione di un missile da crociera.

Il trattato sui missili a medio e corto raggio è stato firmato l'8 dicembre 1987, durante la visita del leader sovietico Mikhail Gorbaciov a Washington. Per la prima volta si è abolita un'intera classe di missili dalla gamma di 500 a 1000, da 1000 a 5500 chilometri di distanza, si parla dei missili R-12 e R-14, che l'URSS nel 1962 aveva a Cuba, ciò provocò una crisi. Nel maggio 1991, il contratto è stato completamente realizzato, a quel tempo l'URSS ha distrutto 1752 missili balistici e da crociera, gli Stati Uniti 859. Il documento ha un carattere perpetuo. In questo caso, ciascuna delle parti può recedere dal contratto, con prove convincenti per scinderlo.

Correlati:

Ministero Difesa russo pubblica video con i lanci dei più moderni missili antinave
USA presentano modello di arma per intercettare i missili ipersonici di Russia e Cina
Entrato nel Mediterraneo sottomarino nucleare americano armato con missili Tomahawk
Tags:
missili, Missili, accordo, Congresso, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik