07:39 17 Novembre 2018
A massive solar flare erupts on May 15, 2013 as the Sun ramps up to peak solar activity.

Hubble registra una super eruzione solare su una stella vicina

NASA/SDO
Mondo
URL abbreviato
110

L’osservatorio Hubble ha registrato una potente eruzione solare su una delle nane rosse più vicine nella costellazione Sand Clock, decine e centinaia di volte più forte delle eruzioni del nostro Sole. Questo mette a rischio la vita di queste stelle, scrivono gli scienziati su un articolo pubblicato su Astrophysical Journal.

"Abbiamo osservato il Sole per diverse centinaia di anni, e in questo periodo abbiamo visto solo uno, o, al massimo, due eventi che raggiungono il livello di una super eruzione solare, ma guardando solo un giorno per queste giovani nane rosse con l'aiuto di Hubble "siamo riusciti a catturare un vero e proprio cataclisma di questo tipo", afferma Parke Loyd dell'Università dell'Arizona a Tucson (USA).

Negli ultimi tre anni, gli scienziati hanno trovato diversi pianeti che rivendicano, se non il titolo di "gemelli della Terra", al limte di "fratelli" o "cugini". Il primo pianeta è stato trovato presso la stella più vicina, Proxima Centauri, mentre gli altri tre sono stati trovati nel sistema solare TRAPPIST-1 nella costellazione dell'Acquario, dove ci sono sette pianeti simili alla terra.

Tutti questi pianeti sono accomunati dal fatto che sono di piccole dimensioni e si trovano nella "zona della vita", sarebbe a dire un'orbita in cui l'acqua può esistere in forma liquida e ruotano attorno alle nane rosse. Le nane rosse di per se rappresentano contemporaneamente un vantaggio e uno svantaggio: il vantaggio è che vivono per un tempo molto lungo, che garantisce molto tempo per lo sviluppo della vita, ma alcune di loro hanno un carattere molto irrequieto in gioventù e producono molte eruzioni solari.

Molti planetologi hanno a lungo sospettato che tali manifestazioni di attività solare possano avere un effetto molto negativo sulla probabilità dell'origine e dell'esistenza della vita su tali pianeti. Ad esempio, frequenti eruzioni solari possono privare i pianeti del loro scudo magnetico, che espone loro al "bombardamento" di raggi cosmici, e a potenti eruzioni di raggi X che distruggerebbero gradualmente la loro atmosfera privandoli di ossigeno.

Loyd ed i suoi colleghi hanno scoperto che tali eruzioni si verificano quasi continuamente sulla superficie delle giovani nane rosse, osservando molte stelle simili situate nelle immediate vicinanze della Terra all'incrocio delle costellazioni di Tukan e Sand Clock.

Utilizzando gli strumenti di Hubble e una serie di telescopi terrestri, gli scienziati hanno monitorato i cambiamenti nel livello di rilascio di raggi ultravioletti di queste stelle e hanno cercato di capire se esiste una relazione tra la loro età e la frequenza delle eruzioni.

Si è dunque scoperto che esiste una tale relazione: le nane rosse, la cui età non supera i 40 milioni di anni, generano lampi potenti circa 20-100 volte più spesso dei luminari "adulti" di questo tipo. I cataclismi più deboli si verificano sulla superficie di queste stelle ancora più spesso, e in alcuni casi si sono verificati quasi ininterrottamente.

Durante l'osservazione di una di queste stelle, la J02365, gli scienziati sono riusciti a registrar una super eruzione estremamente potente, circa 4-5 volte più potente del famoso evento di Carrington del 1859, l'eruzione più potente mai registrata sul Sole.

"Questa eruzione ed altri cataclismi possono facilmente spazzare via l'atmosfera dai pianeti in orbita attorno a queste stelle.Questo non porta necessariamente alla completa sterilizzazione di questi mondi, la vita può nascondersi sotto la loro superficie, o l'atmosfera può essere ripristinata da meccanismi a noi sconosciuti, quindi non tutto è perduto", conclude Loyd.

Correlati:

Una scoperta dei fisici sovietici ha aiutato Hubble ad individuare una galassia invisibile
Eruzione solare: Terra colpita da tempeste magnetiche
Scienziati mettono in guardia da potente eruzione solare nelle prossime ore
Tags:
Spazio, eruzione, manifestazioni, Eruzione solare, Università, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik