07:30 15 Novembre 2018
DNA

Biologi russi creano embrioni umani resistenti al virus Hiv

CC0
Mondo
URL abbreviato
272

Scienziati di diversi istituti di Mosca hanno condotto il primo esperimento sulla modifica degli zigoti umani utilizzando il sistema CRISPR-Cas9 ed hanno ottenuto embrioni con una mutazione nel gene CCR5, che determina la resistenza all'infezione del virus dell'Hiv.

I risultati della ricerca sono descritti nella rivista scientifica dell'Università Nazionale Russa di Ricerche Mediche.

Il virus dell'immunodeficienza infetta le cellule, i linfociti CD4 +, attraverso l'interazione con il recettore sulla loro superficie, codificato dal gene CCR5.

Una piccola parte della popolazione umana ha una mutazione in questo gene che blocca l'interazione del virus con il recettore e rende la persona portatrice del virus senza tuttavia subire gli effetti dell'infezione.

L'idea di usare questa mutazione per scopi terapeutici è apparsa dopo la vicenda del "paziente di Berlino", una persona con HIV guarita dall'infezione dopo aver subito il trapianto di midollo osseo da un donatore con che aveva nel suo Dna questa mutazione. Gli strumenti di modifica del genoma sviluppati da allora rendono possibile disattivare in modo efficace CCR5 nei linfociti ed i metodi di terapia dell'Aids che utilizzano i linfociti modificati sono già sottoposti a studi clinici.

Tags:
Salute, Medicina, Scienza e Tecnica, virus, aids, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik