15:06 21 Novembre 2018
Ufficiale statunitense (foto d'archivio)

Quasi la metà dei militari americani crede nell'imminente inizio di una guerra

© AP Photo / Luca Bruno
Mondo
URL abbreviato
14314

Quasi la metà dei soldati americani ritiene che gli Stati Uniti saranno presto coinvolti in una guerra su vasta scala.

Emerge da un sondaggio del portale Military Times.

Il 6% dei soldati statunitensi è convinto che il loro Paese prenderà parte ad una guerra il prossimo anno. Nel 2017 il 5% degli intervistati aveva espresso questa opinione.

La maggior parte degli intervistati (71%) ritiene che la Russia sarà il principale avversario in una possibile guerra, la Cina è al secondo posto (69%).

Nel 2017 il 53% pensava ad un conflitto con la Russia ed il 45% con la Cina.

Inoltre la principale minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti è il terrorismo informatico (89%).

Secondo i militari, l'esercito americano è mal preparato per respingere questi attacchi.

A sua volta la metà dei militari intervistati ritiene che il loro Paese non sarà coinvolto in un pesante conflitto militare l'anno prossimo. L'ultima volta la pensava in questo modo il 67%.

I risultati del sondaggio hanno inoltre mostrato che i militari americani non considerano più una minaccia seria la Corea del Nord a seguito della politica di Donald Trump su Pyongyang.

Correlati:

USA riconoscono: “ci prepariamo a guerra contro la Russia”
Mosca avverte: base militare USA in Polonia riporta a schemi di sicurezza da Guerra Fredda
USA: per dichiarare la fine della guerra coreana è troppo presto
Ex guerrigliero sulla guerra in Siria: attuavamo politica di USA e Israele (VIDEO)
Gli USA possono provocare conflitti in America Latina, la guerra è business
Tags:
Sondaggio, Guerra, Difesa, Sicurezza, esercito USA, Corea del Nord, Cina, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik