14:54 15 Ottobre 2018
Migranti in Austria

Politico belga: l’immigrazione di massa è una bomba sotto l’UE

© REUTERS / Peter Bader
Mondo
URL abbreviato
4170

L'immigrazione di massa è una bomba sotto l'Unione Europea, se non si chiudono i confini il modello attuale non può essere preservato. Lo ha detto il governatore di Anversa e leader dell’Alleanza fiamminga Bart de Wever.

"Non siamo contrari all'immigrazione, ma dovremmo concentrarci su persone che hanno le competenze necessarie al mercato del lavoro, come in Canada o in Australia. Dobbiamo smettere di dire che tutti quelli che vengono da noi devono avere la possibilità di integrarsi, di ottenere un reddito e un alloggio. In nessun posto funziona così, tranne in Europa", ha detto il politico al quotidiano La Libre.

"Siamo tra i paesi in cui il livello di distribuzione del reddito è uno dei più significativi dopo i paesi scandinavi, ma non saremo in grado di mantenere questo modello se non chiudiamo i confini", ha affermato.

Egli ha aggiunto che la politica europea sull'immigrazione è stata scritta durante la Guerra Fredda, per fornire protezione alle persone che fuggivano dai paesi comunisti, ma le regole per la concessione dell'asilo non sono adatte per l'immigrazione di massa.

"È una follia. È una bomba piazzata sotto l'Unione Europea… Abbiamo già perso il Regno Unito, se un referendum si fosse tenuto in Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, avremmo perso pure questi paesi", ha sottolineato de Wever.    

Correlati:

Gran Bretagna, esperto sulla riforma May all’immigrazione
Esperto: l’accordo tra UE e Nord Africa sull’immigrazione è possibile a certe condizioni
Ungheria: continua la politica di immigrazione, nonostante la volontà dell'UE
Tags:
confini, Migranti, immigrazione, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik