09:39 12 Dicembre 2018
View of the Bolshoi Pit River

Un viaggio in auto elettrica dalla Polonia al Giappone

© Sputnik . Alexandr Kryazhev
Mondo
URL abbreviato
0 50

Per 28000 chilometri: Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia, Russia, Mongolia, Cina, Corea del Sud, Giappone. Il viaggiatore polacco Marek Kaminski si è rivelato un pioniere guidando la sua auto elettrica, dalla Polonia al Giappone, attraverso 9 paesi.

Marek Kaminski, viaggiatore, ha trascorso diversi mesi alla guida dalla Polonia al Giappone attraverso i paesi Baltici, la Russia, la Mongolia e la Cina. La sua esperienza l'ha condivisa in una conferenza stampa.

"La cosa più interessante è stata quella di risolvere i problemi lungo la strada, è una sorta di prova con se stessi. Affrontare un lungo viaggio in auto elettrica è difficile, ma questo è il futuro. La cosa più importante in questa spedizione era la strada tra Chita e Vladivostok. Non c'è un punto di stazionamento su quella strada. Spesso mi hanno aiutato. Di 80 cariche di energia fatte in Russia, mi è stato negato aiuto solo in tre casi. I carrelli elettrici sono il nostro futuro. Tra 5 — 10 anni saranno comuni" ha detto il viaggiatore. Naturalmente, molte domande sono state poste sulle impressioni in Russia.

"Ho osservato e confrontato: come sono i detriti, la natura, gli animali in diversi paesi. In Russia, ho trascorso 2 mesi, ho visto molti luoghi e ho capito che non c'è solo la parte europea, ma anche asiatica. In Europa conoscono solo Mosca e San Pietroburgo. Leggere la storia è una cosa, vederla con i propri occhi è un'altra. Ho intenzione di scrivere un libro. Con me sulla strada ho avuto anche le telecamere, quindi forse muterà anche un film. E ' molto interessante".

I giornalisti interessati alla parte tecnica del viaggio hanno chiesto quanto tempo è stato speso per la preparazione e per quanto tempo dura la ricarica di un veicolo elettrico.

Secondo il viaggiatore, la preparazione per questo tipo di attività dura circa un anno e mezzo. Per quanto riguarda l'auto elettrica, bisogna calcolare il tempo e il luogo di un altro "rifornimento", più a lungo ha dovuto guidare tra Khabarovsk e Chita. "Per la ricarica completa con una presa di corrente normale a 220VAC c'è bisogno di 12-15 ore. La ricarica più veloce è stata effettuata in 30 minuti con gli accumulatori veloci, che si trovano nelle principali città: Mosca, San Pietroburgo, Kazan, Ekaterinburg, Vladivostok, Ulan Bator. In Corea del Sud e Giappone, gli accumulatori c'erano più spesso". Kaminski ritiene che in un anno saremo in grado in brevissimo tempo di arrivare da Vladivostok a Mosca. La distanza Mosca-Vladivostok è 9 142 km, 7 volte in più della distanza Varsavia-Mosca!

Non tutta la strada era piana, ma, come sostiene il viaggiatore, dopo una spedizione a Nord e il polo Sud, dove ha vissuto in una tenda e non poteva cambiarsi i vestiti per 2 mesi, il viaggio Polonia-Giappone rispetto a questo, "sarà comodo"! Il viaggiatore non mangia carne, in Mongolia e Tatarstan è stato difficile trovare piatti a base di pesce o verdure, ma anche questo non è importante per lui. In un'intervista a Sputnik Marek Kaminski ha condiviso le sue impressioni sulla Russia e i piani per il futuro.

Sputnik: Spesso i polacchi comprano auto elettriche?

Kaminski: Come i russi, di rado. Ma in Cina, Giappone, Corea è il contrario. Ma in Polonia iniziano ad interessarsi a questo, ora per l'acquisto di un veicolo elettrico è necessario attendere un paio di mesi.

Sputnik: Ci sono diversi tipi di veicoli elettrici. Come hai scelto "tuo"? Che cosa è richiesto da un veicolo elettrico per un lungo viaggio?

 Kaminski: Tesla è una marca molto popolare, anche se una macchina costosa. Ho scelto Nissan, è conveniente, affidabile, di facile manutenzione. Avevo posto per l'attrezzatura necessaria, e dormire all'interno è possibile.

Sputnik: Che posto in Russia ti è piaciuto di più?

Kaminski: Mi interessa l'Estremo Oriente, è lì che mi è piaciuto molto, è stato il tratto più difficile della strada. Ma la Russia è molto bella, soprattutto la Siberia e l'Estremo Oriente. Purtroppo, non ho avuto il tempo di vedere completamente Nizhny Novgorod, ma è bellissima.

Sputnik: Come ha reagito in Russia?

Kaminski: Piuttosto positivamente. In generale, i russi mi ha trattato molto amichevolmente. Non ho mai incontrato l'indifferenza.

Sputnik: Come hai fatto a fare del tuo hobby un lavoro, in modo che portasse reddito?

Kaminski: E' la divisione tra lavoro e vita. Le persone con il lavoro fanno una scelta: a volte amare il loro lavoro è possibile. Tuttavia, spesso siamo guidati da altre cose. Scegliamo quello che non amiamo, e poi ci sono problemi. Non voglio fare soldi, ma voglio vivere. Non c'è fine al processo di guadagno, ma se vogliamo vivere, dobbiamo farlo.

Sputnik: Ti definisci un viaggiatore?

Kaminski: Più che un filosofo, un viaggiatore, a volte.

 Sputnik:  Quindi, nei tuoi viaggi, stai cercando il significato della vita?

Kaminski: Il significato della vita che troviamo in ogni giorno vissuto. Non c'è niente da cercare. Quello che facciamo con la nostra vita ha senso.

Nei piani di Kaminski c'è la ripetizione del percorso dell'eroe Jules Verne e il giro del mondo in 80 giorni.

Correlati:

L'ultra maratoneta Venturini alla scoperta della Siberia
In Siberia si ammala di morbillo famiglia non vaccinata per credenze religiose
In Siberia ci sono i segni di una futura catastrofe naturale
Tags:
Russia, viaggio, Viaggio, Russia, Siberia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik