13:35 22 Ottobre 2018
Venere

La missione russo-americana su Venere è stata programmata per il 2026

© NASA .
Mondo
URL abbreviato
0 05

La missione russo-americana Venera-D, per lo studio del pianeta omonimo, è stata programmata per il 2026, racconta il ricercatore dell’Istituto delle ricerche speazionali dell’Accademia Russa delle Scienze Irina Kovalenko.

Ha detto che la missione prevede il lancio di un dispositivo utilizzando il razzo Angara.

"Ci sono due opzioni per raggiungere Venere: una breve, di quattro mesi, e una lunga, di sei mesi, e hanno approssimativamente le stesse caratteristiche in termini di costi di carburante e di carico utile… Per il 2026, un volo di sei mesi con il lancio a giugno è ottimale" ha detto Irina Kovalenko.

Dopo il lancio, il satellite passerà tre anni nell'orbita di Venere. Si presuppone che il satellite dalla sua orbita lancerà dei moduli di atterraggio sulla superficie del pianeta con una autonomia da due ore e due mesi.

Come ha precisato la ricercatrice, la Russia nel progetto è responsabile del sistema di lancio e del velivolo spaziale, la NASA invece sta preparando gli elementi di misurazione, i piccoli moduli di atterraggio, ed è possibile che vengano incluse ulteriori sonde per studiare l'atmosfera. In questo caso, la parte scientifica del progetto è formata congiuntamente da scienziati russi e americani

La missione congiunta degli scienziati dei due paesi è stata comunicata in diretta da Vladimir Putin. Le date esatte del lancio non erano ancora state comunicate, era stato solo detto che ciò sarebbe avvenuto dopo il 2025.

Il progetto Venera-D è stato inserito nel programma spaziale federale russo entro il 2025, ma è stato successivamente escluso. Nel 2013, gli Stati Uniti si sono interessati al progetto. Nello stesso anno, un gruppo di lavoro congiunto per lo studio di Venere è stato formato sulla base della missione Venera-D, compresi i rappresentanti dei due paesi.

Nel 2014, dopo gli eventi in Ucraina, i suoi lavori sono stati sospesi, per poi essere ripresi nel 2015. Entro la fine del 2018, dovrebbe essere completato uno studio del progetto congiunto.

Correlati:

Russia e USA possono inviare una missione congiunta su Venere
Astronomi trovano tracce di vita nelle nubi “acide” di Venere
Trovati riscontri sull'attività tettonica sulla superficie di Venere
In antichità Venere poteva essere abitato
Tags:
Spazio, Missione spaziale, venere, spazio, Esplorazione dello spazio, Accademia Russa delle Scienze, NASA, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik