19:07 22 Ottobre 2018
La bandiera britannica

Sunday Times: la Gran Bretagna è pronta a fare un attacco informatico contro la Russia

© AP Photo / Alexander Zemlianichenko
Mondo
URL abbreviato
5013

Il ministero della Difesa britannico sta considerando l'opzione di effettuare massicci attacchi informatici con l'obiettivo di interrompere l'energia elettrica in Russia, in caso di "aggressione" di Mosca, riferisce il quotidiano Sunday Times citando fonti tra gli alti ufficiali delle forze di sicurezza.

Si osserva che, se non si prende in considerazione l'uso di missili con testate nucleari, il Regno Unito non ha un sufficiente arsenale di armi per affrontare la Russia. A questo proposito, il governo ha concluso che un attacco cybernetico massiccio è l'unica alternativa all'uso di armi nucleari in risposta "all'aggressione russa". Ora, come riporta il quotidiano, il governo vuole sviluppare un potenziale cyber-offensivo nel paese, in caso di necessità vuole "spegnere la luce al Cremlino". Si presume che questo darà al Regno Unito più possibilità, se la Russia decide di prendere le piccole isole dell'Estonia o entrerà in Libia, per stabilire il controllo delle scorte petrolifere e innescare una nuova crisi migratoria in Europa.

Si prevede inoltre che la Gran Bretagna risponderà ai cyberattacchi, in caso di attacco contro le truppe britanniche o in caso di creazione di una minaccia per le nuove portaerei britanniche. In precedenza il capo dell'ufficio del primo ministro britannico David Lidington ha detto che i paesi occidentali devono essere vigili nei confronti della Russia, per il rafforzamento della sicurezza informatica, ma che con Mosca bisogna dialogare.

La Russia negli ultimi due anni, è stata spesso accusata di coinvolgimento in cyberattacchi verso altri paesi, ma nessuna prova è stata fornita. Altra tensione è nata dopo che il ministero della Difesa olandese ha riferito di aver sventato un "attacco hacker" all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche. Come riporta il dipartimento, l'attacco hanno cercato di realizzarlo quattro cittadini russi. I sospetti dell'organizzazione di attacchi informatici sono stati espulsi nel mese di aprile.

Al ministero degli Esteri russo hanno definito le accuse olandesi"orchestrata azione di propaganda" e hanno sottolineato che "la mania delle spie" provoca un danno significativo alle relazioni tra i due paesi. Il ministero degli Esteri ha anche sottolineato che la dichiarazione è stata fatta prima dell'apertura della sessione OPAC per creare il "giusto" sfondo politico.

Correlati:

Gran Bretagna: tenute segrete le prove in caso di morte della Regina
Gran Bretagna: possibili nuove sanzioni contro la Russia dopo l'uscita dall'UE
Esperto: le relazioni tra Gran Bretagna e Irlanda al massimo storico fino alla Brexit
Tags:
cyber-attacco, accuse, media, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik