13:35 22 Ottobre 2018
Wilbur Ross, Ministro del Commercio

Ministro Commercio USA parla della nuova "pillola avvelenata" anti-Cina nell'accordo USMCA

© AP Photo / Manuel Balce Ceneta
Mondo
URL abbreviato
0 16

Il Ministro del Commercio americano Wilbur Ross in una intervista con l’agenzia Reuters ha paragonato uno dei punti dell’accordo commerciale USMCA tra USA, Canada e Messico, ad una pillola avvelenata, il quale darebbe a Washington diritto di veto in relazione agli accordi dei due paesi con altri partner, in particolare con la Cina.

"È logico, è come una pillola avvelenata" ha detto il Ministro in una intervista con l'agenzia.

Secondo questo punto se uno dei tre paesi dovesse concludere un accordo commerciale con un governo senza economia di mercato, i restanti due hanno il diritto di uscire dall'accordo e firmare un accordo bilaterale fra di loro. Come osserva l'agenzia in questa maniera Washington vuole garantire che le relazioni tra Canada e Messico con altri partner vengano regolate dai principi del mercato, sui quali gli USA insistono sulle relazioni con la Cina. Ross non ha escluso che in futuro questa disposizione potrebbe essere aggiunta ad altri accordi commerciali statunitensi.

In precedenza, Moises Kalach, coordinatore del comitato consultivo per i negoziati strategici del Consiglio di coordinamento per il commercio messicano, ha dichiarato che l'USMCA avrebbe informato i partner della sua intenzione di concludere accordi commerciali con altri paesi. Secondo lui, si tratta anche della Cina. Allo stesso tempo, uno degli articoli del nuovo accordo presuppone che i paesi USMCA si asterranno dal concludere accordi commerciali con paesi che non hanno un'economia di mercato. Se ci sono intenzioni di avvire tali negoziati, i paesi dovrebbero riferirlo ai partner USMCA tre mesi prima del loro inizio, ha detto Kalach.

Gli Stati Uniti, il Canada e il Messico hanno raggiunto un accordo commerciale tripartito che si chiamerà USMCA. Trump spera di firmare l'accordo entro la fine di novembre, l'accordo deve ancora essere approvato dai parlamenti dei tre paesi. L'accordo dovrebbe sostituire la North American Free Trade Zone (NAFTA). Diventerà il più grande patto commerciale del mondo, comprendendo 1,3 miliardi di dollari l'anno di commercio reciproco.

A luglio di quest'anno, gli Stati Uniti hanno scatenato una guerra commerciale con la Cina imponendo un dazio del 25% sulle importazioni di 818 articoli dalla Cina pari ad una cifra totale di $34 miliardi all'anno. Come contromisura, la Cina ha introdotto un dazio del 25% lo stesso giorno sull'importazione di un volume equivalente di merci americane.

Ad agosto, gli Stati Uniti hanno imposto un dazio del 25% sulle importazioni di beni cinesi per un importo di $ 16 miliardi. Subito dopo, la parte cinese ha introdotto misure simili. Negli Stati Uniti c'è malcontento a causa dello squilibrio commerciale tra i due paesi, che, secondo le stime di Washington, ammonta a $500 miliardi a favore della Cina. Pechino, a sua volta, considera lo squilibrio una conseguenza della politica economica interna degli Stati Uniti.

Correlati:

Nuove accuse americane contro la politica commerciale della Cina
La Cina si prepara ad abbattere il dollaro
Vice presidente USA: le ingerenze russe sono nulla rispetto a quelle della Cina
Tags:
Accordo, Commercio, accordi, commercio, commercio, accordo, Ministero dell'industria e del commercio, Wilbur Ross, Canada, Messico, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik