09:40 21 Ottobre 2018
Lee Myung-bak

Corte sudcoreana condanna l'ex presidente Lee a 15 anni di carcere per corruzione

© Sputnik . Grigoriy Sisoev
Mondo
URL abbreviato
0 40

Un tribunale nella capitale sudcoreana di Seul ha condannato l’ex presidente del paese, Lee Myung-bak, a 15 anni di carcere per molteplici accuse di corruzione.

Lo hanno riferito i media locali. Secondo l'agenzia di stampa Yonhap, Lee dovrà anche pagare una multa di 13 miliardi di dollari (11,5 milioni di dollari). In aprile, Lee, che ha guidato la Corea del Sud dal 2008 al 2013, è stato accusato di 16 capi d'accusa di corruzione, di cui il tribunale lo ha giudicato colpevole di sette.

Dal momento che i capi d'accusa includevano la corruzione, vale a dire, da parte del National Intelligence Service del paese, appropriazione indebita e abuso di potere, l'accusa ha richiesto 20 anni di carcere per Lee. 

Lee è il quarto ex presidente sudcoreano ad essere imprigionato. Chun Doo-hwan, che gestiva il paese tra il 1979 e il 1988, è stato condannato all'ergastolo nel 1996 per ammutinamento, corruzione e tradimento per poi essere perdonato dal presidente Kim Young-sam. Roh Tae-woo, che è stato presidente del paese tra il 1988 e il 1993, è stato condannato per le stesse accuse ed è stato condannato a 17 anni di carcere per essere anche lui successivamente perdonato, mentre il successore di Lee Park Geun-hye, che ha governato il paese dal 2013 al 2017, è stato condannato a 24 anni di carcere in aprile.    

Tags:
Carcere, corruzione, Lee Myung-bak, Corea del Sud
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik