21:22 21 Ottobre 2018
Mato Grosso: estrazione illegale d'oro

L'estrazione illegale d'oro in Brasile

© Foto: Exército Brasileiro/Divulgação
Mondo
URL abbreviato
0 60

L'estrazione illegale di oro è una delle principali sfide per l'esercito brasiliano nello stato del Mato Grosso. Insieme agli altri dipartimenti di pubblica sicurezza, l'esercito sta facendo tutto il possibile per fermare le attività clandestine dei cercatori.

Nel suo commento per l'edizione brasiliana di Sputnik, il tenente Wagner Pinheiro ha parlato delle attività dei cercatori d'oro illegali, che in alcune zone si sono persino assicurati l'appoggio della popolazione indigena.

"I cacciatori d'oro illegali, quando vengono a sapere che può esserci dell'oro da qualche parte, abbattono le foreste, si formano le radure. Usano prodotti chimici e materiali esplosivi per trovare l'oro. Inoltre attrezzature di vario genere possono essere utilizzate per l'estrazione mineraria. Quando trovano qualcosa di prezioso, lo vendono illegalmente sul mercato nero", ha affermato l'ufficiale.

Non molto tempo fa il 2° battaglione della tredicesima brigata motorizzata delle forze armate del Brasile ha arrestato nove persone nel territorio degli indigeni di Sararé, nella parte occidentale dello Stato del Mato Grosso. Sul posto sono state sequestrate cinque installazioni per l'estrazione d'oro, bilance per gioielli, sette telefoni cellulari, radio, un metal detector, due auto, due motociclette e un'escavatrice. Secondo le stime dell'esercito, il danno delle loro attività ammonta a 215mila real (54.500 dollari).

Le operazioni di ricerca e arresto sono condotte insieme al Fondo Nazionale Brasiliano degli Indiani (Funai) e all'Istituto per l'Ambiente (Ibama) e fanno parte dell'operazione Ágata Jauru III, il cui scopo è prevenire i crimini transnazionali.

Rispondendo alla domanda sul coinvolgimento degli indigeni per l'estrazione dell'oro illegale, il tenente ha dichiarato quanto segue:

"Durante il pattugliamento del 2° battaglione del servizio di frontiera, ci sono state segnalazioni secondo cui i cercatori avevano libero accesso ad alcune terre degli indigeni per l'estrazione dell'oro".

Circa mille uomini sono a disposizione del 2° battaglione di confine. Il tenente ha spiegato che la carenza di personale alla sicurezza è una delle ragioni della mancanza di successo in queste operazioni.

"Nonostante gli sforzi delle agenzie di sicurezza e di controllo per effettuare le operazioni con l'esercito, il piccolo numero di uomini in queste organizzazioni rispetto alle dimensioni del territorio di questa regione è il fattore principale che influenza il successo del contenimento dei criminali", ha riassunto Wagner Pinheiro.

Tags:
Criminalità, oro, America Latina, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik