15:12 15 Ottobre 2018
Piazza Rossa, Mosca

Ministro sviluppo economico: "sarà più facile ottenere il visto per i turisti stranieri"

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
181

Il Ministro per lo sviluppo economico della Russia ha stabilito dei piani per semplificare il regime dei visti per i turisti stranieri. Ci sono diverse opzioni: sostituire il visto con un analogo del “passaporto del tifoso”, visti turistici di gruppo o i visti elettronici come nell’Estremo Oriente russo, riporta Sputnik.

Ricevere il visto è ancora difficile         

Il Ministro dello sviluppo economico propone di attivare una strategia dello sviluppo del turismo per il 2035 che prevede l'introduzione di un regime senza visti per i turisti stranieri che si recano per gli itinerari turistici in Russia, ha comunicato ai giornalisti il Ministro Maksim Oreshkin.

"I consolati si comportano in maniera più o meno lealmente nei confronti dei turisti, ma si tratta comunque di perdere molto tempo, soldi, e girare varie missioni diplomatiche", dichiara il direttore del dipartimento dei touroperator nella sfera del turismo in entrata e in uscita Mikhail Budyansky.

"A volte succede che prepariamo i documenti, ad esempio per 40 cittadini britannici, e alla fine ne arrivano solo 20. Gli altri si arrendono davanti alle formalità per l'ottenimento del visto, e preferiscono annullare il viaggio. Di regola per ottenere il visto russo sono necessari passaporto, invito, assicurazione medica e riempire dei moduli. Alcuni consolati richiedono l'originale dell'invito, e dunque è necessario pagare la spedizione e attendere il suo arrivo" ha osservato l'esperto.

Previsioni ottimistiche

La riduzione delle formalità per l'ottenimento del visto permetterà lo sviluppo del turismo in entrata, è sicuro il vice-presidente dell'Associazione dei tour operator della Russia (ATOR), Dmitry Gorin.

"Nell'Estremo Oriente russo sono già attivi i visti elettronici, e dall'anno prossimo appariranno a Kaliningrad" ricorda Gorin. "La semplificazione del regime di visti sarà in grado di incrementare del 10% il flusso turistico, e la crescita potrebbe toccare picchi del 30% e oltre. Questo lo abbiamo visto negli Emirati Arabi Uniti, che hanno semplificato il regime di visti per i russi e il flusso turistico è cresciuto del 50%.

L'esperto propone diverse opzioni: dall'introduzione di visti di gruppo al loro completo annullamento.

"Tenendo conto della svalutazione del rublo in Russia potrebbe diventare popolare il turismo per i fine settimana, e per lo shopping" ha detto a Sputnik il direttore del progetto Yandex Travels, Dmitry Yakovlev. "Questo funzionerebbe perfettamente con i paesi vicini: Norvegia, Finlandia, Polonia, ma i loro cittadini non possono farlo a causa dei visti".

"Bisogna semplificare il regime dei visti per i cittadini francesi, tedeschi e altri paesi Schengen" ritiene Budyansky. "Il regime senza visti, ad esempio con il Sudafrica o il Brasile, non ha un'influenza decisiva sul flusso turistico"

L'effetto dei Mondiali di calcio

Senza dubbio quest'anno il flusso turistico in entrata in Russia ha visto un'impennata grazie all'introduzione del passaporto del tifoso in occasione dei Mondiali di Calcio 2018. Durante i Mondiali il paese è stato visitato da 600.000 turisti provenienti da 83 paesi. Ognuno di essi è stato in Russia per una media di 17 giorni. L'anno prossimo la Russia spera in una crescita del flusso turistico, e che una semplificazione del regime senza visti possa aiutare in questo.

"La crescita del flusso turistico del 20% è la nostra previsione più prudente. I sondaggi indicano che molti tifosi, soprattutto da parte dei paesi europei, hanno in programma un'altra visita in Russia", ha detto il direttore esecutivo ATOR Maya Lomidze. "Per esempio, si è scoperto che l'87% dei visitatori di Coppa del Mondo provenienti dalla Francia vorrebbe tornare di nuovo qui. "

"La Coppa del Mondo 2018 ha praticamente funzionato da catalizzatore per la crescita della domanda turistica in Russia da parte di stranieri", ha spiegato il Vice Direttore Generale di uno dei principali tour operator in Russia, CSI e del Baltico, Alexander Kurnosov.

Ma, secondo l'esperto, questo effetto sarà a breve termine se non sarà sostenuto "da altri strumenti per promuovere l'attrattività turistica nazionale, lo sviluppo della sua qualità e il prezzo competitivo".

Correlati:

Turismo, i cinesi continuano a “saccheggiare” la spiaggia di Vladivostok
Turismo medico: i francesi scelgono Mosca
Nordcorea chiede a Trump di investire nel turismo
Crimea e Kuban sono pronti a sviluppare insieme il turismo
Esperto: il turismo ha portato all’economia della Georgia $2,7 miliardi
Tags:
turista, Turismo, Sviluppo turismo russo, Turisti stranieri in Russia, Flusso turismo russo estero, Sviluppo del turismo interno russo, turismo, Crescita turismo in entrata, Dinamica flusso turistico, Il Ministero di Sviluppo Economico, Maxim Oreshkin, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik