09:47 21 Ottobre 2018
Un tunisino

Tunisia: il villaggio sotterraneo di “Star Wars” continua a vivere la sua vita ordinaria

© Sputnik . Natalia Seliverstova
Mondo
URL abbreviato
171

Il villaggio sotterraneo Matmata è stato reso noto dal film Star Wars, nel quale una delle sue case nel film veniva raffigurata come la dimora natale di Luke Skywalker. Ora è diventato un hotel. Nonostante la lontananza dalle grandi città e la mancanza di infrastrutture, il villaggio continua a vivere una vita normale.

Un abitante del villaggio, Osman Latrash, ha detto a Sputnik che le case tradizionali sono completamente sotterranee. Venivano realizzate scavando un profondo buco centrale che potrebbe essere definito una sorta di un cortile interno. Intorno al cortile venivano scavate delle grotte, che fungono da stanze. Spesso si possono vedere case a più piani, e ogni camera è accessibile dal cortile centrale. Tutte le abitazioni sono state costruite con l'aiuto di picconi e pale. La parte esterma degli edifici è costruita in argilla.

"Una piccola parte della popolazione si è trasferita in una nuova area dove sono costruite moderne case di cemento. Ma fondamentalmente tutti vivono nelle case dei loro genitori, che sono abbastanza comode", ha detto Osman Latrash.

Gli abitanti di questo villaggio oggi sono perlopiù contadini o lavorano con i turisti. I fan del film Star Wars vengono da tutto il mondo nel sud-est della Tunisia per vedere le case del fantastico pianeta Tatooine. Per loro vengono organizzati tour con cibo, hotel e negozi di souvenir, ha detto il residente nativo Osman Latrash.

Susanna Taib al Ajmi, scrittrice e ricercatrice, ha detto a Sputnik che i fondatori della città sono i berberi, che costruivano in questa maniera per difendersi e nascondersi dai nemici: le prime case erano completamente invisibili dall'esterno. Chiamavano i loro insediamenti Athwab, che in berbero significa "la terra della gioia e della felicità". È noto che i primi coloni costruirono le loro case qui nel V secolo. La gente non vuole lasciare queste case per strutture in cemento, perché nelle abitazioni sotterranee sono molto più liberi, e sono calde d'inverno e fresche d'estate.

La feste più grandi per i residenti locali sono i matrimoni. Si presume che i ragazzi possano sposarsi dai 20 anni in su mentre le ragazze a partire da 17 anni. In precedenza, un uomo poteva avere 3-4 mogli, ma le leggi odierne della Tunisia sono contrarie a queste usanze. Il matrimonio è celebrato per 3 giorni. Il giorno prima la sposa e le sue amiche vanno alle terme. Le tradizioni richiedono che dopo le terme nessuno possa vedere la sposa, eccetto i parenti stretti. Pertanto torna a casa coprendosi con un lungo velo.

I locali si vestono principalmente con abiti tradizionali, che è molto popolare tra i numerosi turisti. Ovunque le persone sono benvenute lì, le porte di ogni casa sono aperte ai visitatori.

Matmata era poco conosciuta fino al 1967, quando a seguito di forti piogge per 22 giorni, molte case rimasero allagate e alcune pareti di argilla cominciarono a cedere. La comunità inviò una delegazione all'amministrazione regionale per chiedere aiuto. L'amministrazione fornì aiuto e a Matmata costruirono delle abitazioni in terra. Nonostante questo, molti abitanti di Matmata continuano ad abitare le case sotterranee ricostruite, e solo pochi si sono trasferiti nelle nuove abitazioni in superficie.

Correlati:

Migranti, Merkel: "L'Ue rafforzi i legami con la Tunisia e il Marocco"
Fonte: Commissione Europea stanzia fondi a Marocco e Tunisia per questione migranti
Che personaggio di Star Wars sei?
Uno degli autori di Star Wars sicuro, meglio Sputnik dei media americani
Tags:
Cultura, beni culturali, Difesa del patrimonio artistico e culturale, film, cultura, Tunisia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik