21:16 21 Ottobre 2018
Londra

L'ex capo MI6 non crede che la Russia potesse influenzare i risultati delle elezioni USA

© Sputnik . Kirill Kallinikov
Mondo
URL abbreviato
153

L'ex-capo dei servizi segreti britannici MI6 Richard Dearlove non crede che la Russia abbia potuto influenzare l'esito delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti nel 2016, riferisce il Times.

Parlando a un festival letterario, l'ex dirigente ha sottolineato che anche se la Russia ha utilizzato la tecnologia per influenzare le elezioni americane, tuttavia, non ha potuto influire sul risultato.

"Non penso che possa cambiare il loro esito", ha detto ai giornalisti.

L'ex capo del MI6 ha aggiunto che non ritiene che la Russia "manipoli" il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Dearlove ritiene inoltre che il fascicolo raccolto dall'ex agente britannico Mi6 Christopher Steel su Trump non sia importante.

"Semplicemente non presta attenzione a questo. Anche se fosse accaduto qualcosa di male, come afferma il dossier Steele, in un hotel russo, non credo che si preoccupi di queste cose", ha detto.

In precedenza il quotidiano New York Times ha scritto che i sostenitori del partito Democratico USA e gli avversari di Trump tra i repubblicani nel 2015, quando il miliardario si è candidato alla presidenza, hanno assunto l'azienda Fusion GPS, guidato da Glenn Simpson, per la stesura di un dossier su Trump, per cercare punti deboli e scandali legati al business immobiliare. Nel giugno 2016, Simpson ha assunto l'ex agente britannico Mi6 Christopher Steele. Il documento anonimo afferma che "gli agenti russi" hanno informazioni compromettenti su Trump. Il dossier ha causato una reazione contraddittoria. Il sito si è dissociato dal suo contenuto, e la Casa Bianca ha negato categoricamente.

L'indagine sull' "intervento russo" nelle elezioni americane, ma anche sui presunti legami di Trump con la Russia, sono smentiti dalla Casa Bianca e Cremlino. Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov definisce le accuse di ingerenza nelle elezioni "assolutamente infondate".

Correlati:

Media: Skripal aveva dato informazioni al MI6 britannico con l’uso d’inchiostro invisibile
Ex direttore MI6: Trump potrebbe aver richiesto crediti alla Russia
WhatsApp darà ai servizi segreti l'accesso ai messaggi degli utenti
Tags:
servizi segreti, MI6, Londra
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik