10:07 21 Ottobre 2018
Sottomarino nucleare russo Dmitry Donskoy

Londra invierà soldati nell'Artico per rispondere all’aggressione russa

© Sputnik . Aleksey Danichev
Mondo
URL abbreviato
9334

Il Segretario alla Difesa britannico Gavin Williamson ha dichiarato che nel 2019 il Regno Unito schiererà 800 soldati in Norvegia in risposta all'attività della Russia nelle acque dell'Artico. Lo riporta il Sunday Telegraph.

Il ministro Williamson ha osservato che il governo sta lavorando a una "strategia di difesa nell'Artico", che prevede il dispiegamento di 800 soldati britannici in Norvegia nel 2019. Il ministro ha sottolineato che il Regno Unito ha bisogno di far notare la sua presenza e tutelare i propri interessi, in risposta alla riapertura da parte di Mosca delle basi dell'era sovietica e lo schieramento dei sottomarini nella regione.

La nuova strategia consentirà al Regno Unito di controllare l'attività della Russia e di preparare le sue forze armate a rispondere a eventuali minacce. Garantirà inoltre il monitoraggio del movimento dei sottomarini russi sotto la banchisa di ghiaccio con l'aiuto degli aerei da pattugliamento anti-sottomarino Boeing P-8 Poseidon.

"I sottomarini russi sono ora attivi quasi come durante la guerra fredda, e sarà giusto se iniziamo a reagire", ha osservato il ministro.

Williamson ha aggiunto che le minacce che si credevano concluse con la caduta del muro di Berlino "sono tornate alla ribalta".

Per i prossimi dieci anni i soldati britannici ogni inverno saranno inviati in Norvegia, dove opereranno al fianco dei colleghi statunitensi e olandesi, e ai militari norvegesi.     

Correlati:

Gran Bretagna svela "il più grande momento" nella storia militare del paese
Caccia britannici inseguono aereo russo sopra il Mar Nero
I militari britannici spenderanno oltre 2 miliardi di sterline per un nuovo caccia
Tags:
Difesa, Sottomarini russi, Minaccia russa, Gavin Williamson, Artico, Russia, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik