10:20 21 Ottobre 2018
Postumi

I rimedi popolari per curare i postumi funzionano davvero? Rispondono gli scienziati

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
0 50

Molti pensano erroneamente che i postumi della sbornia siano dovuti essenzialmente alla disidratazione.

Una serata di grandi bevute può portare all'infiammazione dello stomaco e dell'intestino, a un sonno disturbato e alla produzione di sostanze tossiche che a loro volta provocano vomito, sudorazione eccessiva e un aumento del battito cardiaco.

Le ricerche scientifiche dimostrano che i postumi possono anche limitare la capacità di concentrazione e di ricordare le informazioni.

Quello che, però, la ricerca non ci fornisce è una cura affidabile per i postumi.

Dopo la baldoria della prima settimana da matricole, studenti dagli occhi appannati cominceranno a cercare una cura. Qui vi spieghiamo cosa funziona e cosa no.

Acqua

La disidratazione è uno dei sintomi più registrati dei postumi.

L'alcol è un diuretico, cioè ci fa andare al bagno più spesso.

Bere quattro cocktail ci può far espellere tra i 600 e i 1000 mL di acqua.

Un grande consumo di alcol può anche causare elevata sudorazione, vomito e diarrea che fanno a loro volta perdere ulteriori fluidi.

Quindi, la disidratazione porta a sintomi come sete, stanchezza, bocca impastata e giramento di testa.

Bere acqua può mitigare alcuni di questi sintomi, ma la disidratazione è tipicamente accompagnata da squilibrio elettrolitico.

Un mix di acqua e di integratori a base di elettroliti può, dunque, curare alcuni sintomi dei postumi, ma non è una panacea.

Il buon vecchio fritto

Probabilmente uno dei rimedi più tradizionali per i postumi è una porzione di bacon e uova. Ma il fritto è davvero il santo Graal dei rimedi per i postumi?

Cibi come il bacon, le uova e anche i broccoli contengono un amminoacido chiamato cisteina che gli scienziati ritengono possa ridurre il livello di acetaldeide prodotta dal nostro corpo mentre viene metabolizzato l'alcol.

L'acetaldeide è responsabile di sintomi come il battito cardiaco accelerato, la nausea e il vomito ma vi sono pochissime ricerche che sostengono i benefici di alcuni cibi contro i postumi.

Ciò detto, è stato dimostrato che mangiare un pasto contenente proteine, grassi e carboidrati prima di bere alcol rallenta l'assorbimento dell'alcol perché permette di "rivestire" lo stomaco.

Caffeina

Una delle ragioni per cui ci sentiamo così male dopo aver bevuto è legata agli effetti che l'alcol ha sul nostro sonno.

Il sonno indotto dall'alcol può essere più breve e di minore qualità, ma la spossatezza che si percepisce può essere contrastata dallo stimolante per eccellenza, la caffeina.

Alcuni studi dimostrano che le persone che bevono regolarmente caffeina sviluppano una dipendenza fisica a questa sostanza, il che spiega perché alcune persone abbiano bisogno della loro dose mattutina.

Ma per queste persone una tazza di tè o caffè bevuta per affrontare i postumi potrebbe non essere sufficiente per contrastarne i sintomi.

Alcuni studi, inoltre, sostengono che le persone che non assumono solitamente caffeina non presentano gli stessi effetti, come migliori prestazioni e prontezza che si riscontrano invece in chi ne fa un uso regolare.

"Peli del cane"

Durante una sbornia molte persone dicono "non berrò mai più". Altre, invece, giurano che il "pelo del cane" allevierà i loro sintomi.

Il fatto è che bere alcolici durante nel post-sbornia (quello che gli inglesi chiamano "pelo del cane") può essere estremamente pericoloso.

Organi vitali come il fegato hanno bisogno di tempo per riparare i danni causati da una sessione di grandi bevute.

Le direttive del governo consigliano di evitare di bere alcol per 48 ore dopo un'ubriacatura.

Ma c'è di più: usare l'alcol per "curare" una sbornia può essere indice di alcolismo.

Le ricerche hanno dimostrato che avere continue sbornie è associato a una maggiore probabilità di sviluppare forme di alcolismo.

Non è chiaro se sia la sbornia stessa a causare l'alcolismo e il ripetuto uso di alcol.

Indipendentemente da questo, se si tratta di curare i postumi, meglio non berci sopra.

Medicina

Di recente sono stati immessi sul mercato sempre più prodotti farmaceutici proprio per quei bevitori che desiderano alleviare i postumi.

Questi medicinali spesso promettono di velocizzare il processo di espulsione dell'acetaldeide.

Questi farmaci, inoltre, sostengono di ridurre l'infiammazione e di agire sui processi chimici che avvengono nel nostro cervello i quali possono avere determinati effetti sulle nostre capacità cognitive.

Non è per certo una sorpresa che non esistono prove del fatto che farmaci convenzionali o meno possano curare i postumi.

Non è chiaro se ciò sia dovuto al fatto che questi medicinali non funzionano o perché la loro efficacia non è ancora stata del tutto testata.

Dunque, sebbene questi rimedi popolari possano alleviare per un po' i postumi, non ci sono trattamenti comprovati.

La sbornia è una combinazione complessa di sintomi fisici e psicologici causati da vari processi che si verificano nel corpo e nel cervello.

Sono pochi i rimedi che agiscono sui problemi di concentrazione, memoria e reazione o ancora sul cattivo umore e la maggiore ansia registrata in vari pazienti.

L'unico modo per risolvere a colpo sicuro questi sintomi è bere alcol con moderazione o non berne affatto.    

Correlati:

L'aspirina è utile nella cura del cancro. Lo dicono gli scienziati
Scienziati: la prima spedizione su Marte diventerebbe l'ultima per i suoi partecipanti
Gli scienziati hanno svelato l'enigma dell'osso panico animale
Gli scienziati hanno litigato sul motivo del sesso al primo appuntamento
Scienziati: come è morto l'artista Caravaggio quattro secoli fa
Tags:
fast food, caffè, medicina, Salute, scienza, alcolismo, alcol
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik