14:18 22 Ottobre 2018
RD-180

Gli USA trovano l'alternativa ai motori a razzo russi

© AP Photo / Maxim Marmur
Mondo
URL abbreviato
0 313

La compagnia statunitense United Launch Alliance ha annunciato che i motori per il razzo Vulcan Centaur saranno forniti dall’azienda Blue Origin del miliardario Jeff Bezos.

"Siamo lieti di diventare partner di Blue Origin e attendo con ansia il primo volo del nostro razzo di prossima generazione", ha dichiarato il presidente di ULA Tory Bruno sul sito web della compagnia.

Bezos su Twitter ha definito la conclusione dell'accordo una grande vittoria per Blue Origin e ha ringraziato l'ULA per la scelta fatta.

"Siamo in attesa di entrare a far parte della missione spaziale Vulcan", ha aggiunto.

Il lancio del Vulcan Centaur è previsto per la metà del 2020. Sarà equipaggiato di motori BE-4, che funziona ad ossigeno e metano. La società riferisce che questo razzo diventerà il migliore in termini di capacità di carico.

Secondo Spaceflightnow.com, il motore BE-4 è anche un'alternativa ai motori russi RD-180, precedentemente utilizzati per i razzi Atlas V.

La Russia e gli Stati Uniti avevano firmato un accordo sulla fornitura di 101 motori RD-180 per un valore di quasi un miliardo di dollari. Due anni fa il Congresso ha imposto un divieto al loro utilizzo fino al 2022. Successivamente, su richiesta del Pentagono, il consorzio ULA ordinò ulteriori motori alla Energomash.    

Correlati:

Russia firma contratto per la consegna di propulsori RD-180 agli USA
In Russia verranno modernizzati i propulsori missilistici più potenti del mondo RD-171
Russia, Consiglio sicurezza: consegne di motori RD-180 a USA continueranno
Tags:
razzo, motori, United Launch Alliance - ULA, Blue Origin, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik