01:56 19 Ottobre 2018
Vaticano

Vaticano smentisce dichiarazione Ministero degli Esteri Ucraina su sostegno autocefalia

© flickr.com/ Giampaolo Macorig
Mondo
URL abbreviato
0 61

L'ambasciata della Santa Sede in Ucraina ha smentito la dichiarazione del Ministero degli Esteri ucraino secondo cui il Vaticano "rispetta" la decisione di Kiev di creare una chiesa autocefala.

"La Nunziatura Apostolica in Ucraina conferma ancora una volta la posizione più volte espressa dalla Santa Sede, ovvero che la questione della creazione di un unica chiesa locale ortodossa ucraina è una questione interna della Chiesa Ortodossa, sulla quale la Santa Sede non espresso e non intende esprimere alcuna opinione", ha detto in un comunicato  pubblicato sul sito web della nunziatura.

A Kiev, è stato riferito che il Ministro degli Esteri Pavel Klimkin ha incontrato il segretario per le relazioni inter-statali dell'Arcivescovo Vaticano Paul Richard Gallagher. Dopo l'incontro nel Ministero degli Affari Esteri, hanno annunciato che la Santa Sede "rispetta la decisione del popolo ucraino di creare un'unica chiesa locale".

In Ucraina agiscono la Chiesa Ortodossa Ucraina, che è una chiesa autonoma facente parte del Patriarcato di Mosca, così come le chiese non riconosciute dal mondo ortodosso: il Patriarcato di Kiev e la Chiesa Ortodossa Ucraina Autocefala.

Petro Poroshenko sta cercando di ottenere il riconoscimento di strutture religiose non canoniche e la creazione di un'unica chiesa locale autocefala, al di fuori del quadro del controllo della Chiesa Ortodossa Ucraina. L'autocefalia indica lo status indipendente della chiesa locale, la sua indipendenza amministrativa dalle altre chiese.

Il Patriarcato di Costantinopoli "in preparazione per la concessione di autocefalia della Chiesa ortodossa in Ucraina" di Kiev ha nominato l'Arcivescovo Esarca Danil Pamfilosky dagli Stati Uniti e il Vescovo Hilarion di Edmonton del Canada.

La Chiesa Ortodossa russa ha condannato la nomina e ha protestato contro Costantinopoli, sottolineando che la nomina degli Esarchi in Ucraina è una grave violazione dei canoni della chiesa. Il Sinodo della Chiesa Ortodossa Russa ha deciso di cessare commemorazione del patriarca di Costantinopoli Bartolomeo nel loro culto. In realtà, ciò significa una rottura delle relazioni diplomatiche. La Chiesa Ortodossa Russa ha anche invitato i sacerdoti di altre chiese locali a iniziare una discussione pan-ortodossa sulla situazione.

Il Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Russa, il Sinodo dei Vescovi della Chiesa Ortodossa Russa fuori dalla Russia e il Santo Sinodo della Chiesa Ortodossa Ucraina hanno sospeso il servizio con i vescovi del Patriarcato di Costantinopoli.

Correlati:

Chiesa Ortodossa Russa all'Estero rompe con il Patriarcato di Costantinopoli
Chiesa Ortodossa Russa stima pericolo scisma nell’ortodossia mondiale
Sito di nazionalisti ucraini chiede di sparare contro i preti della Chiesa Ortodossa Russa
Tags:
Religione, religione, rappresentanti religiosi, vaticano, Chiesa Ortodossa, Vaticano
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik