10:51 21 Ottobre 2018
Missili contraerei S-300

Cremlino: le consegne di S-300 in Siria non sono dirette contro paesi terzi

© Sputnik . Pavel Lisitsyn
Mondo
URL abbreviato
10214

Le consegne dei sistemi missilistici antiaerei S-300 in Siria hanno lo scopo di rafforzare la sicurezza dei militari russi e non sono dirette contro paesi terzi. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Queste forniture non sono dirette contro un paese terzo, ma saranno effettuate esclusivamente nell'interesse di garantire la sicurezza ai nostri militari", ha detto Peskov commentando le dichiarazioni del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu che tali consegne possono portare all'escalation del conflitto in Siria.

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu il 24 settembre ha annunciato l'introduzione di misure per rafforzare la sicurezza dei militari russi in Siria dopo l'abbattimento dell'aereo da ricognizione russo Il-20, la cui responsabilità Mosca attribuisce a Israele. Il ministro ha osservato che la Russia nel 2013, su richiesta di Israele, ha sospeso le forniture degli S-300 in Siria, ma ora la situazione è cambiata, e non per colpa della Russia.

A maggio l'ex ministro della Difesa israeliano, Moshe Yaalon, ha confermato a Sputnik che Israele è contrario alla fornitura dei sistemi missilistici antiaerei S-300 alla Siria e l'utilizzo dei canali di comunicazione per impedire le forniture. Gli israeliani temono che i sistemi missilistici russi non solo limiteranno la libertà d'azione dell'aviazione militare israeliana nello spazio aereo dei paesi vicini, ma anche permettere ai siriani di controllare il cielo di Israele. La necessità di agire liberamente in Siria è spiegata dagli israeliani principalmente dalla presenza ostile delle forze iraniane.    

Correlati:

Ministero difesa: disturbo radio-elettronico verrà applicato nel Mediterraneo vicino Siria
Russia in due settimane invierà sistemi antiaerei S-300 in Siria
Siria, Turchia e Russia stabiliscono chi deve lasciare la zona smilitarizzata
Tags:
fornitura, Difesa, S-300, Sicurezza, Cremlino, Dmitry Peskov, Israele, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik