10:10 23 Ottobre 2018
La bandiera svizzera

La Svizzera nega il visto al vice ministro dell'Istruzione e della gioventù della Crimea

© Sputnik . Valery Melnikov
Mondo
URL abbreviato
6227

La Svizzera ha rifiutato di concedere il visto al vice ministro dell'Istruzione, della Scienza e della Gioventù della Crimea, Ayder Ablyatipovu, che intendeva partecipare alla 39esima sessione del Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani a Ginevra. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo.

"Ci dispiace che in Svizzera, dove non solo si tiene la riunione del consiglio ma è anche sede di numerose altre organizzazioni internazionali e agenzie delle Nazioni Unite, non abbiano ascoltato i nostri appelli e privato il rappresentante russo del diritto di condividere le sue valutazioni e di trasmettere all'autorevole struttura sui diritti umani la reale immagine della situazione in Crimea", ha osservato il ministero degli Esteri sottolineando che Mosca è molto scontenta della decisione di Berna.

La scorsa settimana la Svizzera ha inasprito la procedura di accreditamento per i diplomatici russi, giustificando questa decisione con "la grande attività dei servizi segreti russi" nel paese. Il ministero degli Esteri russo ha chiarito che Mosca non accetta "le accuse infondate" e "l'isteria da spionaggio" perché danneggiano le relazioni bilaterali.

Correlati:

Caccia Su-30 e cacciabombardieri Su-34 vengono trasferiti in Crimea
Russia, schierata in Crimea la terza divisione S-400
La Palestina sostiene la Russia sulla Crimea
Tags:
Visto, ONU, Russia, Crimea, Svizzera
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik