09:21 23 Ottobre 2018
Hong Kong

Hong Kong, il governo ha messo al bando un partito indipendentista

© AFP 2018 / Alex Ogle
Mondo
URL abbreviato
270

Il Partito nazionale di Hong Kong, che sostiene la separazione dalla Cina, è stato dichiarato illegale. Lo riporta oggi il quotidiano The Guardian.

La decisione è stata presa dall'Ufficio di sicurezza di Hong Kong su richiesta delle forze dell'ordine. Le autorità hanno riferito che il partito non ha usato direttamente la violenza nel proprio operato, ma rappresentava una vera minaccia per la sicurezza nazionale.

Stando alla relativa legge, l'affiliazione all'organizzazione bandita, il suo finanziamento, nonché per la partecipazione agli eventi da essa organizzate sono punite con una multa di ventimila dollari di Hong Kong o la reclusione da uno a due anni.

Il leader del Partito nazionale di Hong Kong, Andy Chan, si è astenuto dal rilasciare commenti fino alla decisione formale di vietare l'organizzazione.

Come osserva The Guardian, il Partito nazionale di Hong Kong ha perso la sua influenza negli ultimi due anni, ma la messa al bando delle sue attività potrebbe ripristinare il sostegno popolare.

Questo è il primo caso di messa al bando di un partito dal 1997, quando Hong Kong fu ceduto dalla Gran Bretagna alla Cina. Questo è il primo caso di divieto del partito dal 1997, quando la Gran Bretagna ha consegnato Hong Kong alla Cina, osserva il giornale. Le condizioni per il trasferimento della sovranità alla Cina erano il mantenimento della sua legislazione sul territorio, la protezione della libertà di parola e il diritto di associazione, le elezioni.    

Correlati:

Gli errori americani avvicinano sempre più la Cina alla Russia
Cina, ministero Esteri convoca ambasciatore USA per sanzioni su cooperazione con la Russia
La Cina rinuncia a nuove consultazioni su questioni commerciali con gli USA
Tags:
Illegale, divieto, Indipendenza, partito, Hong Kong
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik