17:35 20 Ottobre 2018
La cerimonia di benvenuto per il battaglione multinazionale della NATO con capo gli USA ad Orzysz, Polonia.

Base USA in Polonia: sbilanciamento di forze in Europa?

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
5515

Alcune migliaia di fanti, centinaia di carri armati, di veicoli da combattimento della fanteria e di veicoli trasporto truppe, artiglieria ed elicotteri: la Polonia ha deciso di mutare l’assetto geopolitico europeo collocando sul proprio territorio una base militare americana.

Infatti, in territorio polacco sarà posizionata un'intera brigata corazzata dell'esercito USA. Mentre a Washington si pensa ai dettagli, i polacchi si sono già detti pronti a spendere per la base 2 miliardi di dollari. Sputnik vi spiega quali vantaggi trarranno Varsavia e Washington da questa base.

Una "minaccia" dall'Est

Gli USA e la Polonia stanno conducendo trattative bilaterali, ovvero al di fuori della NATO. I polacchi spiegano la necessità della presenza militare americana con la possibile minaccia russa. In particolare, sono preoccupati dai solidi legami tra Mosca e Minsk non solo in ambito economico ma anche militare. Il Vice Ministro polacco della Difesa Tomasz Szatkowski è convinto che con il contingente americano la Polonia non verrà più considerata uno Stato cuscinetto e questo "contribuirà realmente a un senso di sicurezza".

Dunque nel Paese sono stati ricollocati circa 4000 militari statunitensi sia come divisioni del Pentagono sia forze multinazionali della NATO. In verità, per ora arrivano in Polonia a rotazione quando prendono parte agli addestramenti comuni in Europa. Tuttavia, indugiano a trasferire le armi corazzate dopo gli addestramenti. Per aggirare gli accordi internazionali, è necessario sfruttare qualche cavillo. Ad esempio, nel 2017 nell'ambito dell'operazione "Atlantic Resolve" gli USA hanno collocato in Polonia la Terza brigata di mezzi corazzati composta da centinaia di carri armati M1A1 Abrams, obici pesanti semoventi M109 Paladin e veicoli da combattimento della fanteria Bradley. In seguito, a dare il cambio a questa divisione hanno mandato la Seconda brigata di mezzi corazzati con più o meno la stessa composizione. Sulla carta è filato tutto liscio: alcuni soldati arrivano, altri se ne vanno. Ma non hanno portato con sé le armi.

Sembrerebbe, insomma, che niente vada contro la legge: i carri armati vuoti sono fermi. Ma gli equipaggi in grado di manovrare questi mezzi in caso di necessità possono arrivare alla base in sole due ore da Ramstein in Germania. Gli americani utilizzavano questa tattica della doppia base già ai tempi della guerra fredda. Ogni anno durante gli addestramenti REFORGER in determinate giornate dispiegavano le truppe nella Germania occidentale dove avevano accesso a sistemi di armamenti già pronti all'uso. Gli equipaggi allora erano consegnati per via aerea.

I vantaggi

La rotazione è una cosa, mentre il contingente militare permanente degli USA nel cuore dell'Europa orientale vicino al confine russo è tutta un'altra storia. L'esperto militare Aleksandr Perendzhiev ritiene che la nuova situazione permetterebbe all'élite politica polacca di rafforzare significativamente le proprie posizioni sia nel Paese sia in Europa.

"Si tratta di truppe mobili che in caso di necessità possono spostarsi velocemente in qualunque angolo dell'Europa", ha spiegato a Sputnik Perendzhiev. "La Polonia diventerà una roccaforte per lo spostamento delle truppe anche verso l'Ucraina. Ma si potrebbe parlare anche di Stati come la Repubblica Ceca, la Slovacchia, l'Ungheria che nell'ultimo periodo stanno dimostrando una certa indipendenza dalla NATO e dall'UE. La base militare permetterà agli americani di dare segnali forti che richiamano all'uso della forza durante le trattative. In sostanza, questo è un atto di occupazione dell'Europa orientale in cui l'élite politica polacca serve da strumento e aiutante degli USA".

A sua volta, il colonnello generale Leonid Ivashov, ex funzionario della Direzione generale per la cooperazione militare internazionale presso il Ministero della Difesa, è convinto che una presenza prolungata delle truppe americane in Polonia abbia come fine la promozione degli interessi economici statunitensi in Europa.

"Gli americani devono vendere agli europei il loro gas di scisto costoso e di bassa qualità", osserva l'esperto. "Per questo, Washington tiene sotto scacco l'Europa mediante la forza militare, in primis della NATO. Ad esempio, l'esercito della NATO in Europa è sempre comandato da un generale o da un ammiraglio degli USA a cui è affidato un ampio margine di manovra. Oggi i rapporti tra Washington e i Paesi dell'Europa occidentale stanno peggiorando, in particolare quelli con la Germania e la Francia. Per questo, gli USA stanno sfruttando per i propri interessi i Paesi orientali che sono maggiormente malleabili. Ad esempio, in seguito a determinate pressioni, la Bulgaria ha rinunciato al gasdotto russo facendo praticamente largo al gas di scisto americano".

Dal punto di vista militare, gli esperti ritengono che il nuovo sito americano in Europa non rappresenti una minaccia per la sicurezza della Russia.

"È una piccola base", ha precisato Ivashov. "Non dobbiamo averne paura, abbiamo tutti i mezzi necessari per rispondere in caso di attacco. I militari in quella base saranno al massimo 6000. Le truppe che oggi si trovano in territorio polacco entreranno a far parte dell'equipaggio della base. A queste si aggiungeranno un altro paio di battaglioni: gli americani, infatti, non hanno un numero infinito di mercenari".

Resistenza europea

L'amministrazione russa ritiene che la collocazione della base militare statunitense in Polonia sia una decisione sovrana di Varsavia che non contribuisce alla stabilità del continente e porterà a un contrattacco russo.

Oggi il contingente militare in Europa arriva alle 60.000 unità totali. La grande base di Ramstein è situata nella Germania settentrionale. Ramstein è una delle due basi sul territorio tedesco in cui sono conservate testate nucleari. È anche un punto di riferimento: quartier generale dell'aeronautica militare USA in Europa e una delle basi NATO. In questa base vi sono circa 15.000 militari e lavorano approssimativamente 30.000 esperti civili.

Ci sono altre basi militari in Olanda, Belgio, Lussemburgo e Italia. Inoltre, a partire dal 2016 su richiesta di Lettonia, Lituania ed Estonia la NATO ha dispiegato in questi Paesi dei battaglioni multinazionali. In seguito, il Ministero della Difesa lituano ha comunicato la creazione a 60 km dal confine con la Russia del primo poligono aeronautico nella penisola baltica che soddisfa gli standard della NATO.

Tuttavia, stando alle informazioni ottenute, la Russia a Ovest non ha problemi a garantire la sicurezza perché ha risorse a sufficienza per portare a termine contrattacchi militari efficaci. Infatti, nella regione di San Pietroburgo sono dispiegati gruppi della Sesta divisione dell'esercito equipaggiata con carri armati T-72, obici a lungo raggio, sistemi missilistici Iskander-M e lanciafiamme TOS-1A Solntsepek.

Più a sud, nelle regioni di Belgorod, Voronezh e Smolensk, sono dispiegati gruppi della Ventesima divisione dell'Esercito presso il Distretto militare occidentale, la quale al momento sta ammodernando i propri armamenti, in particolare con i carri armati T-72B3 di ultima generazione. Nella regione di Pskov sono dispiegate la Settantaseiesima divisione delle truppe aviotrasportate e una brigata delle Forze speciali. Nella regione di Kaliningrad sono dispiegate l'Undicesima divisione della Flotta del Baltico con carri armati T-72, artiglieria pesante e il sistema missilistico Iskander-M. Dall'alto a difendere la Russia vi è la Sesta divisione dell'Aeronautica militare e i sistemi di difesa antimissilistica con piattaforme di atterraggio nelle regioni di Voronezh, Smolensk, San Pietroburgo e Pskov.

La maggior parte degli esperti interpellati da Sputnik è concorde sul fatto che la dislocazione della base militare in Polonia non farà scoppiare una grande guerra in Europa perché questo non lo vuole nessuno, né gli USA né l'Europa né la Russia. Una è la conclusione che se ne può trarre: gli americani sono nuovamente riusciti, sebbene di poco, a rafforzare il loro controllo sull'UE. E il governo polacco dovrà giustificare ai cittadini i miliardi di spese per la difesa oltreoceano. 

Correlati:

La Russia reagirà se verrà dislocata base militare USA in Polonia
Mezzi militari USA sbarcati in Belgio per il trasferimento in Polonia
NATO, USA: Rafforzato fianco Est con missili Patriot a Polonia
Media: gli USA dimezzano il prezzo dei Patriot per la Polonia
Tags:
Base militare, Relazioni Russia-USA, Russia, NATO, Russia, Polonia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik