14:49 15 Ottobre 2018
Soldati israeliani al confine tra Libano e Israele.

Israele lavora per impedire ai nemici di armarsi con armi avanzate

© AP Photo / Ariel Schalit
Mondo
URL abbreviato
1112

L'Iran, tuttavia, ha ripetutamente affermato che la sua presenza in Siria come parte dell'assistenza antiterrorismo è stata coordinata con Damasco e non deve essere concordata con Israele.

Israele sta compiendo ogni sforzo per impedire ai suoi oppositori di acquisire armi avanzate, lo ha detto il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

La dichiarazione arriva il giorno dopo che una fonte militare siriana ha detto a Sputnik che le difese aeree della repubblica araba avevano respinto l'attacco missilistico israeliano contro l'area vicino all'aeroporto internazionale di Damasco. Poco dopo il rapporto, una portavoce dell'esercito israeliano ha declinato la richiesta di commenti Sputnik, che è la pratica consolidata del paese.

"Israele lavora costantemente per impedire ai nostri nemici di armarsi con armi avanzate. Le nostre linee rosse sono più acute che mai e la nostra determinazione a farle rispettare è più forte che mai", ha detto Netanyahu alla vigilia della riunione settimanale del gabinetto, come citato dal suo servizio stampa.

Israele, l'oppositore regionale da tempo di Teheran, ha ripetutamente espresso forti preoccupazioni per la sicurezza riguardo alla presenza militare iraniana vicino ai suoi confini in Siria. Il paese ha anche effettuato una serie di scioperi su quelli che ha definito obiettivi iraniani sul territorio della Siria.

L'Iran, tuttavia, ha ripetutamente affermato che la sua presenza in Siria come parte dell'assistenza antiterrorismo è stata coordinata con Damasco e non deve essere concordata con Israele.

Correlati:

Appello per revocare l'Eurovision ad Israele da musicisti, scrittori, attori e registi
The Sun: appare segno biblico della fine del mondo in Israele
Israele chiude la sua ambasciata in Paraguay
Tags:
Crisi in Siria, Sputnik, Siria, Iran, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik