12:28 19 Settembre 2018
Ministro Esteri ucraino Pavlo Klimkin

Klimkin: "il conflitto tra Russia e Ucraina è uno scontro esistenziale"

© AP Photo / Sergei Chuzavkov
Mondo
URL abbreviato
10229

Il capo del Ministero degli Esteri ucraino, Pavel Klimkin, ha dichiarato che l'Ucraina e la Federazione Russa sono in uno stato di conflitto esistenziale.

"Non ci sono conflitti che non possono essere risolti, ma quello tra noi e i russi è una questione che riguarda la nostra esistenza stessa, questo è un conflitto esistenziale, cioè è assolutamente diverso da quando si combatte per qualcos'altro", ha detto il Ministro al forum "Strategia europea di Yalta" a Kiev.

Klimkin ha aggiunto che considera inammissibile il compromesso sulla questione di "esistere o non esistere".

In precedenza, il capo del ministero degli esteri ucraino aveva già fatto dichiarazioni ambigue sulla Russia.

Ad esempio, Klimkin, dopo aver detto che Kiev non avrebbe mai più fornito acqua alla Crimea, ha accusato Mosca di essere stata lei a privare la repubblica dell'approvvigionamento idrico. "Non è l'Ucraina che ha tagliato l'acqua alla Crimea, è stata la Russia, tagliando la Crimea fuori dall'Ucraina", ha detto il Ministro.

Parlando delle relazioni con la Russia, ha parlato della guerra tra paesi. "Dobbiamo capire la realtà in generale, e questa realtà è che siamo in guerra con la Federazione Russa", ha detto Klimkin.

Le relazioni tra i due paesi sono peggiorate dopo un colpo di stato in Ucraina nel febbraio 2014, quando "l'integrazione europea" è stata dichiarata una priorità della politica estera ucraina. Nel marzo dello stesso anno, a seguito di un referendum in cui il 97% degli elettori ha chiesto il reintegro nella Federazione Russa, la Crimea è entrata a far parte della Russia, e ad aprile Mosca ha dichiarato gli accordi con Kiev sulla flotta del Mar Nero.

Tags:
guerra, Relazioni Russia-Ucraina, Rapporti Russia-Ucraina, il ministero degli Esteri, Pavel Klimkin, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik