14:28 19 Settembre 2018
Metropolita della Chiesa Ortodossa Russa Hilarion

Chiesa Ortodossa Russa rompe con il Patriarcato di Costantinopoli

© Sputnik . Aleksey Nikolskyi
Mondo
URL abbreviato
5114

La Chiesa Ortodossa Russa sospende la partecipazione nelle strutture sotto la presidenza del Patriarcato di Costantinopoli. La decisione corrispondente è stata presa dal sinodo della Chiesa Ortodossa Russa.

Inoltre verranno sospese le funzioni religiose con esponenti delle gerarchie ecclesiastiche del Patriarcato di Costantinopoli. Si specifica che include "le assemblee episcopali nei Paesi della cosiddetta diaspora e le discussioni teologiche".

E' stato inoltre deciso di cessare la menzione e benedizione del patriarca Bartolomeo durante le messe della Chiesa Ortodossa Russa, ha riferito il metropolita Hilarion, presidente del dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca.

"La comunione eucaristica tra le chiese non viene interrotta. Questa decisione non rende impossibile ai sacerdoti del Patriarcato di Costantinopoli e della Chiesa Ortodossa Russa di pregare insieme," — ha dichiarato a Sputnik il portavoce del patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill, monsignor Alexander Volkov.

Secondo il metropolita Hilarion, questa decisione, se si prende come riferimento un esempio della vita politica laica, equivale sostanzialmente alla rottura delle relazioni diplomatiche.

Ha aggiunto che le successive mosse della Chiesa Ortodossa Russa dipenderanno dalle azioni di Costantinopoli.

"Se porteranno a termine il loro lavoro sporco, interromperemo completamente la comunione eucaristica con loro", ha sottolineato il metropolita Hilarion.

Inoltre il sinodo ha esortato il clero delle altre chiese ortodosse ad avviare una discussione sulla situazione in Ucraina.

La sospensione della commemorazione significa che il patriarca di Mosca cesserà di pronunciare il nome di Bartolomeo durante la liturgia, ovvero smettere di pregare per lui durante la santa messa. Secondo la prassi liturgica patriarcale, durante la funzione religiosa prega e ricorda i nomi di tutti i patriarchi delle chiese ortodosse del mondo. Secondo il dittico (l'elenco di queste chiese) riconosciuto dalla Chiesa Ortodossa Russa, oggi ce ne sono 15 al mondo e Costantinopoli, per tradizione storica, è al primo posto.

Le tensioni tra la Chiesa Ortodossa Russa ed il Patriarcato di Costantinopoli sono scaturite dalle divergenze sul riconoscimento della Chiesa Ortodossa Ucraina.

Le autorità di Kiev cercano di ottenere il riconoscimento delle strutture religiose non canoniche e la creazione di una Chiesa autonoma ucraina, al di fuori della Chiesa Ortodossa Ucraina.

Tags:
cristiani, Religione, Cristianesimo, Chiesa Ortodossa, Metropolita Hilarion, Patriarca Kirill, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik