04:08 23 Settembre 2018
Cranio

Pentagono compra microfoni intracranici (VIDEO)

© Foto : Eduardo Kobra
Mondo
URL abbreviato
2016

Sonitus Technologies, con sede in California, ha stipulato un contratto multimilionario con il Pentagono e la Central Intelligence Agency per l’acquisto del sistema di comunicazione Molar Mic che fornisce comunicazioni wireless nascoste basate sulla tecnologia a conduzione ossea.

La conduttività ossea consente di condurre una conversazione anche con un forte rumore di sottofondo, anche con un forte rumore di sottofondo. Le vibrazioni del dispositivo trasmettono il suono alle ossa craniche e poi all'orecchio interno. Il sistema Molar Mic si è dimostrato efficace nelle prove sul campo durante il salvataggio delle vittime degli uragani e nei combattimenti in Medio Oriente. La base del design è un altoparlante e microfono in miniatura fissati sui denti superiori.

Un microfono impermeabile è in grado di rilevare anche vibrazioni deboli e registra un sussurro silenzioso con un rumore ambientale piuttosto forte. Per la trasmissione del segnale, il dispositivo è collegato a un ricevitore posto sul collo mediante la tecnologia di induzione magnetica a campo vicino (NFMI), che utilizza il fenomeno dell'induzione elettromagnetica in circuiti conduttivi adiacenti.

Il Molar Mic è dotato di una batteria in miniatura e un piccolo telecomando per controllarlo, che può essere fissato al palmo della mano o tenuto in tasca. A proposito, uno dei motivi per cui la nostra stessa voce suona diversamente nelle registrazioni è grazie all'eccellente conduzione delle vibrazioni sonore dei nostri denti e delle ossa del nostro cranio. Oltre ai servizi speciali, anche il fondo In-Q-Tel, noto per i suoi investimenti nel settore della difesa statunitense, ha investito nello sviluppo.

Correlati:

Pentagono riconosce vulnerabilità USA di fronte a nuove armi di Russia e Cina
Pentagono annuncia successo test missili MALD-X
Tags:
Tecnologia, tecnologia, tecnologia, Pentagono, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik