20:26 17 Novembre 2018
El lugar donde fue envenenado el exagente ruso Serguéi Skripal (archivo)

Commentatrice politica britannica parla del caso Skripal

© Sputnik . Alexey Filippov
Mondo
URL abbreviato
272

Katie Hopkins, giornalista e commentatrice politica, ha parlato a Sputnik.

Ora che l'intervista è stata trasmessa, in che posizione si trova il Regno Unito?

Purtroppo credo che il Governo britannico dirà che l'intervista con gli uomini individuati dai video delle telecamere di sorveglianza non prova nulla. Ho visto l'intervista e i ragazzi non dicono per chi lavorano, solo che lavorano. Il governo britannico dirà che non sono imprenditori perché non ci sono prove che lo siano, e questo per loro sarà una dimostrazione che sono della GRU o militari. Perciò sento che questo non cambierà niente nelle accuse del governo britannico. Io non ho alcun piacere nel sapere questo.

Che reazione vi aspettate da Londra e dalla comunità occidentale in materia?

In un mondo ideale, il governo britannico dovrebbe dimostrare che i ragazzi sono della GRU o militari ma non hanno fornito alcuna prova finora, non inizieranno ora a provare le loro accuse con i fatti. Quindi non mi aspetto nessun cambiamento per quello che è stato messo in atto prima del colloquio con i due uomini purtroppo.

Cosa ne pensa di Londra, che cerca di presentare i due come agenti GRU e dice che l'attacco a Skripal è stato approvato dai piani alti dello stato russo?

Per me e per molti altri questo è sfacciata propaganda ed è russofobia. La prova e la realtà non significano nulla per il governo britannico, e, in tutto questo scenario niente ha senso. Un ex spia senza valore che ha senza dubbio dato tutte le informazioni al governo. Perché inviare assassini dalla Russia in aereo? Perché quindi utilizzare un metodo per tentare di uccidere Skripal che potrebbe, ovviamente, essere ricondotto alla Russia come fonte, anche se molti paesi hanno accesso a quel veleno? Cosa è successo al veleno che potrebbe essere prodotto da qualsiasi servizio segreto di tutto il mondo? Così avrebbero potuto dire che erano russi e che dovevano uccidere un traditore.. che non è proprio il modo in cui tali operazioni dovranno essere svolte.

Con questi ultimi sviluppi dove stiamo andando a finire?

La saga Skripal è un altro pezzo di un puzzle per isolare la Russia. Tutto quello che abbiamo visto a partire dal 2013 e anche precedentemente è stato progettato per dare l'immagine della Russia come "stato canaglia" guidato da un folle dittatore. Questo è un ulteriore rafforzamento di questa politica. Sono pienamente consapevole che la Russia ha una politica di non estradizione dei cittadini, sanno che è impossibile riavere i due uomini, ma l'obiettivo è quello di continuare a danneggiare l'immagine della Russia all'estero e fermare il commercio e la cooperazione tra gli stati occidentali e la Russia. Vorrei anche aggiungere che per una percentuale bassa di pubblico britannico ritiene che il caso Skripal sia un atto del Governo russo, io stessa ho ricevuto molti messaggi da amici britannici, che non sono pro-russi, ma affermando che l'intero caso è strano e sentono il governo britannico sta facendo un gioco per scopi geo-politici.

Correlati:

Caso Skripal: sospettati russi chiedono protezione ai media
Victoria Skripal commenta la foto pubblicata a Mosca
Caso Skripal: "I veri nomi dei sospetti sono sconosciuti" (VIDEO)
Tags:
Intervista, Sergei Skripal, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik