20:24 19 Novembre 2018
Profughi siriani

Militari russi segnalano questionari ONU che esortano i profughi a non ritornare in Siria

© REUTERS / Marko Djurica
Mondo
URL abbreviato
6117

A nome dell'ONU circolano dei questionari provocatori che scoraggiano i profughi siriani intenzionati a fare ritorno in patria, ha detto dichiarato il generale Mikhail Mizintsev, direttore del dipartimento amministrativo del ministero della Difesa russo.

"Nei territori confinanti con la Siria, a nome dell'ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, viene portato avanti il cosiddetto lavoro con i cittadini siriani che desiderano tornare in patria con l'utilizzo di questionari appositamente preparati e di carattere provocatorio", ha affermato.

Il generale ha osservato che per diverso tempo questi "opuscoli provocatori" erano scomparsi, ma di nuovo "sono stati riutilizzati in modo massiccio per dissuadere i rifugiati siriani" dal ritorno in patria.

"Allo stesso tempo non escludiamo che questo questionario sia utilizzato da forze che non hanno nulla a che fare con le strutture ufficiali delle Nazioni Unite", ha sottolineato il generale russo.

Correlati:

"Grazie alla Russia i profughi siriani tornano a casa"
In Siria tornerà circa un milione di profughi per il ministero della Difesa russo
Profughi siriani ritornano a casa dalla Giordania
In Siria tornati a casa oltre 232mila profughi
Tags:
profughi, crisi in Siria, Esercito russo, ministero della Difesa della Federazione Russa, ONU, UNHCR, Medio Oriente, Russia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik