22:00 12 Novembre 2018
Blindati dell'esercito brasiliano

Il Brasile cede 25 veicoli corazzati all'Uruguay ma serve il placet degli USA: perchè?

Sd EP Jordan Kulaitis Torres / Exército Brasileiro
Mondo
URL abbreviato
207

Il Senato Federale del Brasile ha adottato una mozione che consente al ministero della Difesa di donare al governo uruguaiano 25 carri armati leggeri M41 appartenenti all'esercito brasiliano. Ma nel documento è esplicitamente richiesta l'autorizzazione preventiva degli Stati Uniti.

Perché il Brasile agisce così? Perché necessita del via libera dagli Stati Uniti?

La bozza di legge del Senato № 91/2018, approvata mercoledì 5 settembre, è in attesa di essere firmata dal presidente. Secondo l'ufficio stampa del Senato, è già stato ottenuto il permesso dell'amministrazione americana. Ma i costi per il trasferimento di questi mezzi gravano sul bilancio del ministero della Difesa brasiliano.

Il dicastero militare brasiliano afferma che questa assistenza rafforzerà le buone relazioni tra Brasile e Uruguay e renderà più solidi i legami nella cooperazione tecnico-militare. Il costo di trasporto dei veicoli blindati al 3° reggimento di mezzi corazzati dell'esercito dell'Uruguay è stimato in 350mila real brasiliani (circa 75mila euro).

"Nell'arsenale dell'esercito brasiliano si contano 152 tank M41, acquistati negli Stati Uniti con la condizione di divieto di cessione a Paesi terzi senza la preventiva autorizzazione del Dipartimento di Stato americano. I vecchi modelli, dismessi, vengono usati dal comando dell'esercito come mezzi ausiliari di addestramento in attesa di essere sostituiti dai Leopard acquistati in Germania," — si afferma in un comunicato del Senato.

In un'intervista con l'edizione brasiliana di Sputnik Ricardo Cabral, professore di Relazioni Internazionali e Storia Militare, ricercatore presso la Scuola Navale Superiore, ha osservato che il Brasile persegue la tradizione di donare ai Paesi amici mezzi militari idonei al combattimento ma considerati tecnicamente obsoleti dalle forze armate brasiliane. Secondo l'esperto, fa parte della cosiddetta diplomazia militare, che "incoraggia l'acquisto di nuove armi", ma contribuisce anche a far ottenere gli standard tecnici e organizzativi del Paese donatore.

"Tutto quello che viene inviato sono mezzi fuori dal servizio. Ovvero questi mezzi non sarebbero stati utilizzati né in caso di guerra nè come riserva strategica in caso di urgente necessità di mobilitare tutte le risorse disponibili", — ha spiegato l'esperto, aggiungendo che, nonostante l'inutilità degli M41 per l'esercito brasiliano, questi mezzi aiuteranno sicuramente le forze uruguayane nel garantire la sicurezza interna.

Secondo Cabral, l'ottenimento del consenso degli Stati Uniti per il trasferimento di questi blindati è legato agli accordi firmati tra il Brasile e gli Stati Uniti, che solitamente contengono questa clausola. Questo punto è stato spesso fonte di disaccordo tra i due Paesi.

"Pertanto il Brasile, in alcuni momenti della sua storia, ha evitato di acquistare mezzi militari americani per questo tipo di vincoli," — ha detto, aggiungendo che negli ultimi tempi questa situazione è capitata di rado.

Tags:
Armi, Difesa, Sicurezza, Dipartimento di Stato USA, uruguay, America Latina, Brasile, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik