20:23 19 Novembre 2018
Militari britannici

Londra lascerà le sue truppe in Germania per contenere "l'aggressione russa"

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
11318

Il ministro della Difesa britannico Gavin Williamson ha ordinato a centinaia di militari britannici di rimanere in Germania per "contenere l'aggressione russa", scrive il Sunday Times, citando fonti anonime.

Il capo del dicastero militare britannico ha deciso di rinunciare ai piani che prevedevano entro il 2020 il ritiro completo di tutti i soldati di Sua Maestà dalla Germania.

Questo mese, nella conferenza del partito conservatore, Williamson si appresta ad annunciare un forte avvertimento al presidente russo Vladimir Putin.

Lo farà sullo sfondo delle dichiarazioni della leadership militare e dei servizi segreti del Regno Unito, secondo cui dopo la fine della Guerra Fredda la Russia non è mai stata così pericolosa come ora.

Più di 200 soldati britannici e 400 membri delle loro famiglie non ritorneranno in patria l'anno prossimo, come previsto in precedenza. Tra i militari che restano in Germania c'è il reggimento di ingegneria, la principale unità della NATO utilizzata per l'attraversamento dei corsi d'acqua. Grazie a questa unità, i carri armati possono partecipare ad operazioni di combattimento anche nelle aree in cui i ponti sono stati distrutti.

Il reggimento, dotato dei mezzi anfibi M3, opera sotto il comando non solo dell'esercito britannico, ma anche degli alleati tedeschi della Bundeswehr.

La parte britannica manterrà anche la gestione del poligono di tiro di Sennelager vicino il circondario di Paderborn. Questa struttura viene usata per le esercitazioni di combattimento dei carri armati, così come per manovre su larga scala che coinvolgono le unità di fanteria ed i veicoli corazzati.

Inoltre il ministero della Difesa britannico prevede di mantenere il deposito per lo stoccaggio di veicoli blindati a Monchengladbach, dove è possibile dislocare circa 2mila unità di veicoli corazzati e camion.

Secondo i funzionari del ministero della Difesa britannico, Williamson vuole inviare messaggi alla Russia e alla Germania.

Il primo consiste nel ribadire la fermezza della Gran Bretagna nel partecipare alla difesa dell'Europa anche dopo la Brexit, il secondo per cui Berlino dovrebbe aumentare gli investimenti nella difesa.

Williamson è convinto: meglio che i mezzi militari britannici restino "in prima linea" piuttosto che arrugginiscano nel Regno Unito, scrive il Sunday Times.

Correlati:

Brexit, Stoltenberg: Londra rimane uno dei maggiori alleati di Nato
Londra minaccia di chiudere rappresentanza commerciale della Russia
Assange commenta l'attacco diplomatico di Londra contro la Russia
Londra: non è nei nostri interessi cessare del tutto dialogo con Russia
Ambasciata russa a Londra ironizza su articolo Guardian dal titolo cosa fare con la Russia
Tags:
Politica Internazionale, Russofobia, Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Esercito, NATO, Bundeswehr, Vladimir Putin, Gavin Williamson, Europa, Germania, Russia, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik