06:20 23 Settembre 2018
Nave U175 Gurza-M

Media ucraini comunicano trasferimento navi corazzate in Mar d’Azov

© Foto: BalamoothKh
Mondo
URL abbreviato
10329

L'Ucraina ha iniziato il trasferimento di navi corazzate nel Mar d'Azov e procede a stabilire una base a pieno titolo della Marina, ha dichiarato il "Portale militare ucraino" con riferimento alle fonti nello Stato Maggiore e nel comando della Marina del paese.

Secondo il portale, la mattina dell'8 settembre, una piccola nave corazzata della Marina ucraina è stata vista a Berdyansk, mentre veniva trasportata su un rimorchio. Nel prossimo futuro, come afferma il giornale, tre piccole imbarcazioni di artiglieria verranno trasferite lì.

Secondo "Il portale militare" alla fine di quest'anno sul Mar d'Azov si prevede di completare la costruzione della base navale della Marina ucraina, nonché lo spiegamento di imbarcazioni da guerra.

In precedenza, il Consiglio Nazionale per la sicurezza e la difesa (NSDC) dell'Ucraina ha deciso di aumentare la propria presenza militare nel Mar d'Azov e di equipaggiare le unità di difesa costiera con moderni missili ad alta precisione.

Kiev accusa Mosca di bloccare le navi dirette ai porti dell'Ucraina attraverso lo Stretto di Kerch, motivo per cui le navi sono ferme e i loro proprietari subiscono delle perdite. Allo stesso tempo, il vice ministro degli Esteri dell'Ucraina Elena Zerkal ha dichiarato che le guardie di frontiera russe non hanno violato il protocollo ispezionando le navi ucraine nel Mar d'Azov. Le guardie di frontiera della Crimea del FSB hanno riferito che le ispezioni delle navi straniere sono condotte in conformità con la legge marittima internazionale, non ci sono state osservazioni e richieste da parte degli armatori.

Attualmente, la Marina è composta da sei navi corazzate leggere del tipo Gurza-M costruite dai cantieri navali Kuznya na Rybalsky di proprietà del Presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko. In precedenza, i media hanno riferito che a causa dei numerosi errori di calcolo nella progettazione delle imbarcazioni, il loro varo veniva costantemente interrotto.

Correlati:

Kiev definisce sconfitta accordo su Mar d’Azov del 2003
Poroshenko proporrà all'ONU di imporre sanzioni per la situazione nel Mar d’Azov
Terrorismo “marittimo”: la situazione nel mare d’Azov
Klimkin: l'Ucraina "resisterà" alla Russia nel Mar d'Azov
Tags:
Armi, Armi, Schieramento missili, Marina Militare, Consiglio di Sicurezza Nazionale e di Difesa dell'Ucraina, Mare d'Azov, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik