20:44 19 Settembre 2018
Il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite Vasily Nebenzja

Caso Skripal: "I veri nomi dei sospetti sono sconosciuti" (VIDEO)

© AFP 2018 / Hector Retamal
Mondo
URL abbreviato
4111

Londra prenderà in considerazione la domanda di estensione delle sanzioni contro Mosca a causa delle nuove informazioni sul caso di avvelenamento dell'ex agente della GRU Sergei Skripal e sua figlia Yulia a Salisbury. Lo ha detto Karen Pierce, rappresentante britannica all'ONU.

"Discuteremo con i nostri partner su quali passi intraprendere al meglio", ha detto Pierce.

Ha aggiunto che, oltre alla Gran Bretagna 28 paesi NATO hanno espulso diplomatici russi dopo l'incidente a Salisbury. Francia, Germania, USA e Canada hanno fatto una dichiarazione congiunta, che ha diffuso il servizio stampa del governo tedesco.

Sono d'accordo con le conclusioni di Londra, i sospetti del caso Skripal sono dipendenti della GRU. I paesi hanno detto che hanno fatto "un'espulsione su larga scala collettiva di agenti segreti di intelligence" e quindi hanno terminato la loro attività. Inoltre, nella dichiarazione si afferma che l'operazione di avvelenamento dei russi "con grande probabilità, è stata autorizzata ad alto livello governativo".

"I veri nomi dei sospetti sono sconosciuti"

Il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite Vasily Nebenzja a sua volta, ha detto che Mosca non ha sentito alla riunione del Consiglio di sicurezza nulla di convincente sull'intricata vicenda dell'incidente a Salisbury.

"A oggi i discorsi che abbiamo sentito sono un insieme di bugie su presunti doppi agenti che hanno lo scopo di uccidere per servizi segreti russi, sulla loro formazione per l'utilizzo di sostanze chimiche e sostanze tossiche, sullo sviluppo in Russia di sostanze tossiche, cyber attacchi, tentativi di colpo di stato in Macedonia e molto altro. Non ho intenzione di elencare tutto questo cocktail di bugie", ha detto il diplomatico.

Il diplomatico ha detto che Londra non ha intenzione di portare a termine l'inchiesta.

"I nostri colleghi inglesi hanno occupato una posizione molto comoda, la sentenza è pronunciata, la colpa annunciata è della Russia. I veri nomi dei sospetti sono sconosciuti. Ma presumibilmente si sa che sono dipendenti della GRU. Come si può definirlo questo senza nomi è un grande mistero", ha detto.

La riunione del Consiglio:

Correlati:

Il ministro degli Esteri della Siria non è d'accordo con l'ONU
Putin porge le sue condoglianze all’ONU per la morte di Kofi Annan
Iracheni contenti dell'ingerenza di ONU e USA nella politica interna di Baghdad
"All'ONU è stato segretamente vietato di contribuire a ricostruzione economia siriana"
Tags:
Sanzioni, ONU, Bruxelles
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik