14:57 17 Dicembre 2018
Riyadh, Arabia Saudita

In Arabia Saudita si finirà in carcere per la satira e le barzellette sulla religione

© AP Photo / Hasan Jamali
Mondo
URL abbreviato
513

Le battute e barzellette su argomenti religiosi possono costare 5 anni di reclusione in Arabia Saudita, emerge da un tweet della procura nazionale.

"La creazione e la diffusione nei social network di contenuti che puntano a ridicolizzare o mettere a rischio l'ordine pubblico, i valori religiosi e gli standard morali saranno considerate un crimine informatico", si afferma nel messaggio.

Se giudicato colpevole, il reo affronterà 5 anni di carcere, oltre ad una multa di tre milioni di rial (circa 70mila euro).

Nel 2012 il fondatore del sito web "Rete liberale dell'Arabia Saudita" Raif Badawi è stato arrestato per aver criticato il clero e la polizia religiosa del regno. Il blogger è stato anche accusato di vilipendio dell'Islam, di crimini informatici e disobbedienza in famiglia. Attualmente Badawi sta scontando una pena detentiva di 10 anni.

Correlati:

Arabia Saudita, 10 giorni di galera e 20 frustate per una lite in Whatsapp
Benvenuti in Arabia Saudita: mille frustate, 10 anni di prigione o decapitazione
Tags:
Religione, Satira, internet, Social Network, Società, Arabia Saudita
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik