20:12 19 Settembre 2018
R-1

Pubblicate le foto del primo missile balistico sovietico

© Russian Space Systems
Mondo
URL abbreviato
3182

La holding Russian Space Systems (parte di Roscosmos) ha pubblicato fotografie esclusive della creazione del primo missile balistico sovietico a lunga gittata R-1 testato 70 anni fa, ha comunicato la Russian Space System durante una conferenza stampa.

Nel 1950 gli esperti della NII-885 (oggi Russian Space Systems) hanno fotografato i componenti del sistema autonomo di guida del missile e li hanno raccolti in un album. Fino ad oggi quest'album non era accessibile al grande pubblico.

Test missilistico di contraerea al poligono di Sary-Shagan
© Sputnik . The Ministry of Defence of the Russian Federation
Il R-1 era simile al missile tedesco V2 che gli esperti sovietici, inclusi quelli della NII-885, hanno studiato dopo la guerra. Il decreto del Consiglio dei ministri dell'URSS relativo alla fabbricazione del R-1, emanato il 13 maggio del 1946, ha dato inizio all'industria missilistica sovietica e ha creato molte imprese del settore, come la NII-885.

Alla NII-885 sono stati creati due reparti fondamentali: uno gestito da Nikolay Pilyugin, ideatore dei sistemi autonomi di guida, l'altro da Mikhail Ryazansky, ideatore dei sistemi radiocomandati. Entrambi facevano parte del consiglio degli ideatori creato da Sergey Korolev e hanno promosso attivamente i loro ambiti di ricerca. Per la progettazione del R-1 è stato preso come modello il sistema autonomo di guida del V2, ma per aumentare l'autonomia di volo del missile sono stati impiegati entrambi i sistemi.

  • Un veicolo con il missile R-1
    Un veicolo con il missile R-1 (cliccate la foto per ingrandire)
    © Foto : Ministry of Defence of the Russian Federation
  • R-1
    R-1
  • L'equipaggiamento per il lancio del R-1
    L'equipaggiamento per il lancio del R-1
    © Russian Space Systems
  • Scompartimento di controllo di R-1
    Scompartimento di controllo di R-1
    © Russian Space Systems
  • Pannello di controllo di R-1
    Pannello di controllo di R-1
    © Russian Space Systems
1 / 5
© Foto : Ministry of Defence of the Russian Federation
Un veicolo con il missile R-1 (cliccate la foto per ingrandire)
Il sistema autonomo di guida del R-1 creato grazie al lavoro di Pilyugin è il frutto dei progetti degli ingegneri sovietici realizzati a partire dal missile tedesco. Inizialmente gli ingegneri hanno attentamente studiato e ricreato completamente il sistema di guida originale del V2. E sulla base di quest'esperienza sono giunti all'elaborazione di un sistema di guida propria mediante l'applicazione di componenti e materiali sovietici.

Il missile aveva un sistema di guida a un circuito: in volo si potevano controllare solamente la posizione angolare dell'asse del missile e il momento di avviamento dei motori.

Il lancio del nuovo missile Avangard
© Foto : The Ministry of Defence of the Russian Federation
Il puntamento del missile era effettuato secondo parametri di lancio verso un obiettivo e coordinate determinati in precedenza: si predeterminava la direzione del lancio e la durata del funzionamento del motore. Tutte le informazioni necessarie per la guida erano disponibile grazie ai giroscopi e agli accelerometri.

"Durante l'organizzazione della produzione dei dispositivi del sistema autonomo di guida gli specialisti dovettero affrontare tutta una serie di problematiche: da quelle tecniche dei fornitori alla totale assenza in URSS dei componenti di base necessari", hanno aggiunto durante la conferenza stampa.

Quindi, la produzione di alcuni componenti è stata avviata appositamente per questo progetto ed è stata effettuata parallelamente ai test dei primi modelli.

Correlati:

Russia, testato missile aria-aria durante esercitazione in Crimea
Nuovo missile aeronautico russo perforante ad alta penetrazione
In Russia potrebbe essere costituita holding per sviluppare missile superpesante
Tags:
missile, missile balistico, Russian Space Systems, Roscosmos, URSS
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik